Euro 2016, Löw e i gesti in fuorigioco: ecco l'allenatore con il vizietto

Dal 2014 il ct della Germania ha inanellato una serie di 'manovre' decisamente poco educate. Dita nel naso e toccatine intime: tutte figuracce in diretta tv.

Immagine di Löw, allenatore della Germania

208 condivisioni 26 commenti

di

Share

Si chiama rinotillexomania. È composta da quattro parole greche: “rino”, cioè naso, “tillestei” prendere, “exis” fuori, e “mania” ossessione. Chi è afflitto da questa sindrome? Circa il 96% delle persone al mondo, ma i sensi di colpa penalizzano il gesto. Eccolo Joachim Löw mentre esplora le sue cavità nasali. Il ct della Germania non è nuovo a certi episodi, anche in Francia lo abbiamo notato. Secondo studi recenti le dita nel naso si mettono in bagno, in ufficio, al semaforo ma anche quando siamo sotto stress. E allenare una Nazionale è un mix di emozioni che sfocia in gesti istintivi, animaleschi.

Questione di percentuali?

Un recente sondaggio ha rivelato numeri curiosi: il 35% delle persone vengono sorprese in flagrante da un familiare, il 28% da un amico, il 15% dal proprio partner e il 5% dal capo. Caso a parte per Löw: essere beccati in mondovisione è un esempio più unico che raro. Siamo nel 2014, si gioca Portogallo-Germania. L’allenatore tedesco ne approfitta per nuove esplorazioni nasali, poco dopo passa accanto a lui Cristiano Ronaldo. E Löw gli dà serenamente la mano...
Il video fa il giro del web, ma due giorni arriva il bis. Müller e compagni se la vedono con il Ghana, Joachim è ancora una volta in mondovisione con le dita 'inserite'.

Off limits

Passano due anni, e in Francia, terra del bon ton, il ct della Germania non sembra aver imparato le buone maniere. Nella partita inaugurale contro l’Ucraina, le mani sono nei pantaloni. Una bella grattatina (scaramantica?), un passaggio con le dita sotto al naso ed ecco un’altra figuraccia, questa volta in eurovisione. Perbacco!, esclamerebbe Totò. La toccata alle parti intime ha fin qui funzionato. Perché non rifarlo? Puntuale, due giorni dopo, eccolo in allenamento di nuovo con le mani in azione, questa volta dietro, e classico passaggio sotto le narici.
Esplorazioni di mal costume, ormai incontrollabili. Dopo la partita d’esordio arrivano le scuse:
Quando sei pieno di adrenalina fai cose di cui nemmeno ti rendi conto. D'ora in poi cercherò di comportarmi meglio. 
Una promessa fin qui non mantenuta. Contro l’Italia cosa ci sarà in repertorio? Il popolo del web spera in altre manovre al limite, i video precedenti sono diventati subito virali. D’altronde l’Europeo racconta anche questo: divertimento da bollino giallo. Ma gli psicologi di tutto il mondo giurano che certi gesti servono contro l’ansia. Ritrovarsi gli azzurri davanti, vera bestia nera della Die Mannschaft, mette tanta tensione. Provare per credere.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.