Inghilterra, l'Europa non ti piace: Islanda ai quarti contro la Francia

L'Islanda batte l'Inghilterra grazie ai gol di Sigurdsson e Sigthórsson, inutile il rigore di Rooney in apertura. E Hodgson rassegna le dimissioni.

Euro 2016: l'Islanda vola ai quarti di finale

262 condivisioni 34 commenti

di

Share

Clamoroso a Nizza. L'Islanda batte l'Inghilterra nell'ultimo ottavo di finale. Adesso il tabellone dei quarti è completo, con i vichinghi che se la dovranno vedere con i padroni di casa della Francia. Torna a casa la squadra di Hodgson, che si stacca anche da questa Europa. Secondo Brexit in meno di una settimana. Vergogna e umiliazione, queste le parole che campeggiano sulle prime pagine dei quotidiani britannici. Rooney e compagni vengono eliminati dalla cenerentola di Euro 2016: senza cattiveria, senza orgoglio. Neanche Dio può salvare la regina.

Brexit vol.2

Una strada che sembra in discesa, vista al contrario diventa una salita. Il rigore di Rooney illude la squadra di Hodgson, riportato alla realtà da Sigurdsson e Sigthórsson in meno di un quarto d'ora. L'Islanda pressa a tutto campo un'Inghilterra acerba e con poche idee. Alla fine del primo tempo sono i vichinghi ad andare negli spogliatoi in vantaggio.

Nella ripresa l'Inghilterra si butta in avanti alla ricerca del gol del pari. Hodgson si gioca le carte Wilshere e Vardy, senza sortire esiti apprezzabili. Qualche tiro da fuori area, niente di più. Neanche le scorribande di Walker sulla destra mettono in apprensione l'Islanda, ordinata con Bjarnason e Gunnarsson. E poi se si mette a sbagliare anche Rooney è davvero la fine, le speranze della Nazionale dei tre leoni si affievoliscono con il passare dei minuti.

L'Inghilterra non scotta, l'iceberg non si scioglie. L'esito è il più imprevedibile: brexit o remain? Gli islandesi scelgono per gli inglesi. Fuori anche da questa Europa (calcistica). La favola continua, adesso ci sono i padroni di casa da affrontare. Non svegliate questa Islanda.

 Goodbye Roy

Una sconfitta che è costata cara al tecnico della nazionale inglese, Roy Hodgson. Che, al termine della partita, ha rassegnato le dimissioni:

Adesso è tempo che qualcun altro porti avanti i progressi di questo giovane, affamato ed estremamente talentuoso gruppo. E' stato un viaggio fantastico.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.