Galles, il ct ai tifosi: "Non mi scrivete messaggi da ubriachi, non li capisco"

Coleman in conferenza stampa ha svelato un retroscena riguardante i tifosi: "Mi mandano tanti messaggi di congratulazioni, ma spesso non hanno alcun senso".

Coleman dà indicazione ai suoi durante gli ottavi contro l'Irlanda del Nord

558 condivisioni 23 commenti

di

Share

Il Galles è senza dubbio una delle squadre rivelazione di Euro 2016. Ha vinto il suo girone davanti ai rivali storici dell'Inghilterra, agli ottavi di finale s'è imposta in un altro derby britannico contro l'Irlanda del Nord. I giocatori sono consapevoli dell'impresa che stanno compiendo, lo è anche il loro allenatore, Chris Coleman, che dopo l'ultimo match ha svelato un simpatico retroscena:

Ricevo dozzine di messaggi di congratulazioni da parte dei tifosi. Il problema è che faccio fatica a capire quello che scrivono, molti non hanno alcun senso. Se mi scrivete quando siete ubriachi (ride, ndr) è difficile capire e di conseguenza rispondere.

Che i tifosi gallesi non fossero tra i più astemi è oramai chiaro a tutti, ma il ct ha solo parole d'elogio per loro:

Averli qui è fondamentale. Ci sentiamo un'unica grande famiglia e questo aiuta me e i ragazzi a sentirci più uniti e forti quando scendiamo in campo. Essere qui è qualcosa di fantastico ed essere arrivati fino ai quarti di finale è già di per se un traguardo importantissimo. Siamo fieri e orgogliosi dei nostri tifosi e siamo felicissimi che loro siano fieri e orgogliosi di noi.

Un calore, quello dei tifosi del Galles, che Bale&co. vivono solo a metà. In ritiro la concentrazione è massima, nessuna sa cosa succede fuori. Lo ha spiegato Coleman:

Facciamo colazione, ci alleniamo, pranziamo, facciamo un altro allenamento e rientriamo in hotel. Abbiamo i nostri momenti di svago, abbiamo internet, ma essere qui è come sentirsi all'interno di una bolla, estranei a tutto quello che succede fuori. Certe cose dobbiamo farcele raccontare dai nostri familiari o amici perché non ce ne rendiamo conto. Rivedere la sera le immagini dei tifosi che ci acclamano o quelle dei supporter rimasti in Galles che si radunano davanti ai megaschermi, è qualcosa di unico. Siamo fieri di poter regalare certe emozioni alla gente ed è una cosa che vogliamo continuare a fare.

Ora per i Dragoni ci sarà l'ostacolo Belgio, che dopo la partita d'esordio contro l'Italia ha ampiamente dimostrato di essere una delle squadre favorite alla vittoria finale. Il match è in programma venerdì 1 luglio alle ore 21 al Pierre-Mauroy di Villeneuve-d'Ascq, non sarà facile per Bae e compagni compiere l'ennesima impresa. Ma arrivati a questo punto è vietato mollare

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.