Reja e il voto salvezza: 350 km in bicicletta da Caravaggio a Gorizia

L'ormai ex tecnico dell'Atalanta ha mantenuto la promessa e in mattinata è partito dal Santuario di Caravaggio in bicicletta. In due giorni arriverà a casa sua a Gorizia.

Edy Reja

198 condivisioni 2 commenti

Share

Settant'anni e non sentirli. Edy Reja, classe 1945, saluta l'Atalanta a modo suo, mantenendo una promessa fatta mesi fa. Zio Edy è un uomo di parola, i bergamaschi hanno raggiunto la salvezza e lui raggiungerà casa sua a Gorizia in bicicletta. Da dove? Dal Santuario di Caravaggio. Sarà un remake dell'impresa compiuta lo scorso anno, quando una volta ottenuta la permanenza in Serie A arrivò al Santuario di Castelmonte rigorosamente sulle due ruote.

È partito questa mattina, in due giorni percorrerà più di 350 chilometri. Lungo il tragitto troverà amici e tifosi della Dea che lo ringrazieranno per quanto fatto in questi due anni. Con Reja in panchina, l'Atalanta s'è divertita e ha fatto vittime illustri, vedi Roma, Milan e Lazio nell'ultimo campionato. Adesso il testimone passa a Gian Piero Gasperini, ufficializzato lo scorso 14 giugno dalla società bergamasca.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.