Euro 2016, il ct del Belgio: "Nainggolan fuma, ma io sono flessibile"

In un'intervista il ct Marc Wilmots ha svelato un'abitudine del centrocampista della Roma: "Radja fuma, ma il corpo è suo. Se in campo fa bene per me non c'è problema".

Radja Nainggolan

569 condivisioni 41 commenti

Share

Un suo destro ha permesso al Belgio di superare in extremis la Svezia e accedere da secondo agli ottavi di finale di Euro 2016 (dove affronterà l'Ungheria). Parliamo di Radja Nainggolan, pilastro della Roma e dei Diavoli Rossi. Proprio di lui ha parlato quest'oggi il ct Marc Wilmots, svelando al sito Sporza un'abitudine del centrocampista.

Radja fuma, lo confermo. In Francia e in Italia ci sono tanti giocatori che hanno questo vizio, ma io sono flessibile sotto questo punto di vista. Il corpo è il suo e se in campo fa bene non è un mio problema. Credo sia l'unico della Nazionale che fuma. 

Cerco sempre di assegnargli una camera col balcone - ha continuato Wimots - così da non far attivare il rilevatore di fumo. Se non gli permettessi di fumare cinque o sei sigarette al giorno credo che distruggerebbe la stanza. Ripeto, è un suo problema se non giocherà fino a 35 anni ma si fermerà a 30. 

Poco dopo le dichiarazioni del ct, Nainggolan ha pubblicato un post su Twitter, probabilmente piccato per alcune critiche ricevute:

Se domani bevo un bicchiere di vino divento alcolizzato. Dovremmo parlare di calcio, non di sciocchezze. 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.