UFC FN 90: Il ritorno di dos Anjos con il titolo dei leggeri in palio

Il 7 luglio torna in diretta su FOX Sports UFC. La card UFC FN 90 con il titolo dei pesi leggeri UFC in palio, aprirà le tre giornate che interesseranno UFC 200.

17 condivisioni 0 commenti

di

Share

UFC 200 sta per arrivare. I dirigenti UFC hanno organizzato l'evento in maniera maestosa. Infatti la super card in questione - che presenterà delle sorprese che saranno rivelate a breve - sarà accompagnata da altre due card nei due giorni precedenti. La prima notte, quella fra il 7 e l'8 luglio, è già altamente spettacolare ed avrà il titolo dei pesi leggeri in palio nel main event. Ma andiamo con ordine.

La main card sarà aperta da due pesi leggeri: 'Irish Joe' Joseph Duffy (14-2) affronterà Mitch Clarke (11-3). Duffy è famoso per essere stato uno dei tre uomini ad aver battuto il suo connazionale Conor McGregor (19-3) e per aver imbastito una vera e propria guerra persa ai punti nel suo ultimo match, quello contro Dustin Poirier (20-4). Duffy è un lottatore completo. La sua specialità è senz'altro a terra, dove Duffy riesce spesso a sottomettere l'avversario. Nove delle sue quattordici vittorie sono arrivate proprio tramite sottomissione, quattro tramite KO o TKO. Il suo avversario Mitch 'Danger Zone' Clarke ha perso la sua ultima battaglia ai punti contro il fortissimo Michael 'Maverick' Chiesa (14-2) e vuole rilanciarsi. In apertura dunque già un grande match.

DuffyCopyright lowkickmma.com
'Irish Joe' Joseph Duffy

A seguire, Alan 'Brahma' Jouban (13-4) affronterà Belhal Muhammad (9-0) al limite delle 170 libbre, nella categoria dei pesi welter. Jouban è un artista del KO che negli ultimi match ha avuto alti e bassi. Dopo la vittoria su Matt Dwyer (8-4), è stato sconfitto per TKO da Albert Tumenov (17-3) ed è tornato a vincere contro Brendan O'Reilly (6-2). Belhal Muhammad è all'esordio in UFC. Muhammad è imbattuto e le aspettative su di lui sono abbastanza alte. Nel suo ultimo match ha battuto il contender al titolo dei welter WSOF Steve Carl. 

Jouban
Alan Jouban

Il co-main event della serata vedrà un match fra due picchiatori con il gran colpo da KO. Nella categoria dei pesi massimi si affronteranno Derrick 'The Black Beast' Lewis (15-4, 1 NC) e Roy 'Big Country' Nelson (21-12). Lewis aveva espressamente chiesto di combattere contro Nelson. Detto fatto, accordo verbale fra i due e UFC ha confermato il match. Roy Nelson nelle sue ventuno vittorie, ha messo KO ben tredici avversari. Il suo overhand destro - uno dei colpi più potenti dell'intera categoria - fa di lui uno dei più temibili one-punch knockout man, come direbbero gli anglofoni, un uomo capace di mettere KO l'avversario con un colpo solo. Anche il suo jiu-jitsu, nonostante il fisico non proprio atletico, non è da sottovalutare: 'Big Country' possiede infatti una cintura nera, conseguita sotto la guida di Renzo Gracie. Derrick Lewis è forte di tre vittorie di fila per KO, l'ultima delle quali è arrivata contro il veterano Gabriel Gonzaga (17-11). L'incontro è molto aperto e potrebbe risolversi in qualsiasi maniera, viste le capacità e la potenza di entrambi i contendenti.

Roy Nelson
Roy Nelson sferra un potente overhand ad Alistair Overeem

La vera chicca sta però nel main event della serata. Il titolo dei pesi leggeri sarà in palio fra due dei migliori rappresentanti di categoria in circolazione. Rafael dos Anjos (25-7) è probabilmente il miglior peso leggero al mondo. La sua ultima sconfitta in carriera avvenne nell'aprile 2014 contro Khabib Nurmagomedov (23-0) che è appunto colui con cui dos Anjos si contende il primato. Dopo questa sconfitta per decisione, l'attuale campione ha inanellato ben cinque vittorie di fila contro avversari del calibro di Jason High, Benson Henderson, Nate Diaz, Anthony Pettis e Donald Cerrone. I migliori rappresentanti di categoria. Da quando si allena sia alla Kings MMA che all'Evolve MMA, il brasiliano ha avuto una crescita esponenziale, facendo ricredere tutti coloro che dubitavano di lui. Grandissimo striking, wrestling totale, eccezionale nella lotta a terra. 

Contro di lui, un uomo che non ha bisogno di presentazioni. Eddie Alvarez (27-4) è già stato campione dei pesi leggeri in Bellator MMA. Dopo un esordio in UFC difficile in cui perse ai punti contro Donald 'Cowboy' Cerrone (30-7), Alvarez fu capace di battere due contendenti del calibro di Anthony Pettis (18-5) e Gilbert Melendez (22-5). Il wrestling è la sua arma principale, ma ha una boxe adattata alle MMA davvero consistente e una condizione psicofisica davvero invidiabile. Oltre Nurmagomedov, se c'è qualcuno che può dare seri problemi al campione in carica, questo è Eddie Alvarez. 

I presupposti per un'altra serata storica di grandi MMA ci sono tutti. E questo non è che l'inizio di ciò che porterà a UFC 200.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.