Maglie Svizzera, Shaqiri: "Spero che la Puma non produca preservativi"

La fragilità delle divise svizzere ha scatenato l'ironia del web e anche l'ex attaccante dell'Inter si è lasciato scappare una battuta: "Spero non fabbrichi condom".

Euro 2016: la maglia strappata di Xhaka

556 condivisioni 12 commenti

di

Share

Non ci sono più le maglie di una volta. Avranno pensato i nostalgici vedendo la partita tra Francia e Svizzera, con le divise degli elvetici strapparsi ad ogni minima strattonata. Difficile dargli torto, visto che ci sono stati ben sei 'cambi d'abito'. Da Mehmedi a Embolo, passando per Dzemaili e Schär. Per non parlare di Granit Xhaka: il neo-acquisto dell'Arsenal ha dovuto sostituire la casacca per due volte.

Un evento che non capita tutti i giorni e che ha scatenato un'ironia dilagante nei confronti della Puma, sponsor tecnico della nazionale svizzera per Euro 2016. A cominciare da uno dei protagonisti della partita di ieri: l'ex attaccante dell'Inter Xherdan Shaqiri:

Spero che lo sponsor non si metta a produrre preservativi.

Una battuta che ha fatto il giro del mondo è che ha dato lo spunto a molti per alcune foto spiritose e qualche commento tagliente.

L'ironia del web

Non poteva mancare all'appello l'opinione di Gary Lineker, sempre pronto a dire la sua su tutti gli argomenti di maggior rilievo:

Le magliette della Svizzera si rompevano come fossero di carta, il pallone si è sgonfiato, non si può più contare sull'efficienza tedesca.

Altri commenti sono stati più attinenti a quella che è stata la battuta di Shaqiri sui condom:

Seguendo il successo delle maglie della Nazionale svizzera, la Puma ha rivelato i risultati della nuova linea di preservativi.

Entrando nello specifico del materiale tecnico, il brand tedesco utilizza la tecnologia chiamata ACTV Thermo-R. Che grazie a delle microcapsule dovrebbe permettere ai calciatori di mantenere una temperatura corporea ideale durante le fasi di gioco, Migliorandone le prestazioni. Anche se, per quanto riguarda la partita di ieri, non sembra aver sortito l'effetto sperato. Per stessa ammissione del marchio.

L'ammissione della Puma

Quest'oggi, tramite uno dei responsabili della comunicazione, la nota marca di abbigliamento sportivo ha fatto sapere  che: 

Del materiale difettoso è stato usato in un limitato numero di casi che riguardano le maglie casalinghe della Svizzera.

Ma ha tenuto a precisare che quello della nazionale elvetica è un caso isolato:

Le nostre altre 4 squadre (Italia, Austria, Slovacchia e Repubblica ceca, ndr) non hanno avuto questo tipo di problema finora durante questi Europei. La nostra squadra-prodotti sta studiando in queste ore il tessuto delle maglie della Svizzera.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.