EFN 50: Il ritorno (non perfetto) di Fedor Emelianenko

EFN, sigla russa di MMA, giunge alla sua cinquantesima edizione e torna in grande stile, con Fedor Emelianenko che affronta Fabio Maldonado nel main event.

fedor

6 condivisioni 4 commenti

di

Share

Serata pregna di emozioni quella di San Pietroburgo. EFN è  al cinquantesimo appuntamento e ha portato con sé anche qualche sorpresa per il mondo delle MMA.

L'evento era davvero atteso visto il ritorno in gabbia dell'Ultimo Imperatore Fedor Emelianenko. Quasi tutta la main card è stata interessante, in particolare gli ultimi tre match.

Kirill Sidelnikov (10-4), beniamino di casa e giovane prospetto, ha affrontato il tedesco Ruben Wolf (10-8) in quello che è stato un match quasi a senso unico. Infatti il russo ha inferto una vera e propria punizione a Wolf, che è rimasto in piedi grazie alla sua determinazione e alla sua buona mandibola. Alla fine del primo round il tedesco era già una maschera di sangue, ma non si è arreso e, seppur pressato ancora nel secondo, è riuscito a rimanere in piedi tornando alla ribalta nel terzo, ma senza riuscire a portare la vittoria a casa. Alla fine l'ha spuntata Kirill Sidelnikov per decisione unanime.

SidelnikovCopyright mmafight.com
Kirill Sidelnikov

Nel co-main event della serata si è vista un'altra clamorosa prestazione di quello che è probabilmente uno dei migliori combattenti fuori da UFC. Stiamo parlando di Vitaly Minakov (18-0), che in appena un minuto ha sottomesso tramite armbar la stella del K-1 Peter Graham (12-9). Graham ha provato a scambiare con Minakov, ma la superiorità del russo è stata da subito evidente: dopo soli 45 secondi era già in full mount e ci ha messo pochissimo a finire il lavoro. Minakov è stato anche Campione dei pesi massimi in Bellator MMA e ormai per UFC è diventato impossibile non notarlo, specie dopo quest'ennesima vittoria e il bisogno impellente di rinnovare la categoria dei massimi.

MinakovCopyright en.wikipedia.org
Vitaly Minakov

Il main event della serata è stato un match particolarmente atteso dal popolo russo intero e dal mondo delle MMA in generale. Già, perché dopo il match di preparazione in Rizin FF, Fedor Emelianenko (36-4) è tornato alla vittoria in un match molto controverso contro l'ex UFC Fabio Maldonado (22-10). Sono fioccate le polemiche dall'intero mondo delle MMA. Il match è stato molto cruento. Fabio Maldonado, dopo aver accettato qualche scambio nel round d'apertura, ha connesso due ganci in rimessa su Emelianenko che è barcollato ed è finito in un vero e proprio incubo. In molti credono che il match avrebbe dovuto essere stoppato al primo round e il sottoscritto è fra questi. Dopo i due ganci di rimessa, Maldonado si è avventato su Emelianenko rendendolo praticamente incapace di reagire. Il brasiliano ha colpito con una pioggia di pugni in ground and pound il russo, che a stento poco dopo si reggeva in piedi. 

Emelianenko vs MaldonadoCopyright youtube.com
Maldonado ha la meglio su Emelianenko nel primo round, ma non riesce a finalizzarlo

Emelianenko è riuscito a sopravvivere fino alla fine del round e, nel secondo, ha provato a mettere pressione riuscendo a portare il round a casa, con Maldonado attaccato alla gabbia che cercava il potente colpo di rimessa. Fedor ha tentato potenti combinazioni rivelatesi incapaci di scalfire il brasiliano. Maldonado dal canto suo, ha messo su una guardia perfetta, nonché grande pressione in fase di clinch con ottimi montanti all'indirizzo del russo. Forse l'errore più frequente del brasiliano è stato quello di rimanere quasi sempre schiena alla gabbia e a volte poco attivo. Anche il terzo round sembrava leggermente in favore dell'Ultimo Imperatore che ha tentato, come nel round precedente, diverse ginocchiate volanti. Il russo è riuscito a entrare nell'ottima guardia di Maldonado, ma quando sembrava poter avere la meglio, il brasiliano ha trovato un altro pugno d'incontro, facendo barcollare ancora un Emelianenko che ormai sente il peso delle sue battaglie e più di una volta ha avuto difficoltà a rimanere nel match. I giudici hanno dato la vittoria a Fedor Emelianenko per majority decision. Ciò significa che un giudice ha visto il match pari, considerando il 10-8 iniziale per Maldonado e gli altri due round 10-9 in favore di Emelianenko; gli altri due hanno dato il primo per 10-9 a Maldonado e gli altri due a Fedor sempre per 10-9. Probabilmente in qualunque altra sigla il match sarebbe stato fermato al primo round. 

entimports.com ha pubblicato un articolo, con tanto di tweet di Karim Zidan - giornalista che studia gli aspetti socio-economici e politici dello sport - riportante un dato di certo non trascurabile: l'arbitro del match fra Emelianenko e Maldonado è stato assegnato dalla Russian MMA Union, capeggiata proprio da Fedor Emelianenko. Chiaramente non vogliamo fare nessuna illazione, ci limitiamo solo a riportare un dato di fatto che ha fatto molto discutere. A far nascere principalmente la controversia, il fatto che anche vincendo secondo e terzo round con un punteggio di 10-9, Emelianenko non avrebbe mai potuto raggiungere un risultato maggiore del pareggio (28-28), visto e considerato il fatto che il primo round è stato a senso unico in favore di Maldonado.

UFC sarà ancora interessata ad ingaggiare Emelianenko? Che possibilità avrebbe l'Ultimo Imperatore contro l'élite dei pesi massimi UFC?

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.