Euro 2016, Gruppo A: Svizzera-Francia senza gol, l'Albania ci crede

Lo 0-0 qualifica la Svizzera alle spalle della Francia. L'Albania di De Biasi si inserisce nella lotta tra le migliori terze, un gol di Sadiku vale il primo storico successo.

Euro 2016 Gruppo A

84 condivisioni 2 commenti

di

Share

Un pareggio annunciato e una vittoria di misura chiudono il Gruppo A di Euro 2016. Con lo 0-0 di Lille, la Svizzera ottiene il pass per gli ottavi di finale e raggiunge la Francia, che blinda il primo posto nel girone con 7 punti all'attivo. A Lione, invece, l'Albania vince la prima, storica partita in una competizione internazionale ed estromette la Romania dalla lotta per le migliori terze: un gol di Sadiku permette a De Biasi di mantenere acceso un barlume di speranza in ottica qualificazione.

Traverse di Pogba e Payet, nessun gol tra Svizzera e Francia

Con Deschamps già qualificato e Petković a caccia di un solo punto per la certezza degli ottavi, non si percepisce la stessa tensione dell'altro match del girone. Dopo la panchina con l'Albania, Pogba torna titolare e prova immediatamente a spazzare i dubbi su uno scarso agonismo tra le due Nazionali: il pallone arriva in area ed il centrocampista della Juventus esalta Sommer, che mette in angolo. Pochi minuti dopo, il duello si rinnova con un tiro dalla distanza e il portiere trema: il pallone si stampa sulla traversa.

Mentre gli attaccanti faticano, è Koscielny a procurarsi la palla del possibile vantaggio: stacco di testa indirizzato in rete, la difesa respinge in extremis. La Svizzera soffre la supremazia della Francia e si affida ai suoi elementi più veloci. Embolo si fa vedere in area, riceve e calcia dove Lloris non potrebbe arrivare, ma una deviazione avversaria sporca la traiettoria e manda le squadre all'intervallo.

Paul Pogba
Traversa di Pogba, la Francia non sfonda contro la Svizzera

Le stoccate del primo tempo non si ripetono nelle prime fasi della ripresa. La Francia non affonda il colpo e sembra non avere freschezza negli ultimi 16 metri: Deschamps opta per il primo cambio, sperando di indovinare nuovamente le mosse vincenti. Entra Payet al posto di Coman e l'ingresso del fantasista del West Ham dà nuova linfa ai Bleus: conclusione da distanza ravvicinata, Sommer ringrazia ancora la traversa. È la prima occasione del secondo tempo, sarà anche l'ultima del match. Un pareggio annunciato che dà alla Francia il primo posto e alla Svizzera la certezza degli ottavi di finale.

Sadiku-gol, l'Albania non molla

Una vittoria potrebbe non bastare né a Iordănescu, che arriverebbe a 4 punti, né a De Biasi, ancora a zero dopo due sconfitte con Francia e Svizzera. Il clima da dentro-fuori intimorisce entrambe le Nazionali, che non riescono a rendersi pericolose e peccano di lucidità in fase offensiva. La prima palla gol è per la Romania: Stanciu trova lo spazio per il tiro di prima intenzione e mira all'incrocio dei pali, ma Berisha si esalta e conquista gli applausi del suo pubblico, ancora ottimista nonostante i KO precedenti.

L'Albania si galvanizza grazie al pericolo scampato ed al supporto dei tifosi, provando anche ad affacciarsi dalle parti di Tătărușanu. Basha ha l'occasione per portare in vantaggio i suoi su azione d'angolo, ma non inquadra lo specchio. La mira di Armando Sadiku, invece, è molto più precisa: cross di Memushaj per la testa dell'attaccante albanese, che stacca con i tempi giusti e firma il vantaggio a due minuti dalla fine del primo tempo.

Sadiku Albania
Il gol di Sadiku scatena la gioia dell'Albania

In vantaggio di un gol, la Nazionale di De Biasi comincia il secondo tempo badando più alla gestione del possesso. I cross per la testa degli attaccanti non mancano, ma la finalizzazione lascia a desiderare. La Romania prova ad approfittarne, ma Torje, Stancu e Sanmartean non riescono a creare pericoli a Berisha. Serve l'ingresso di Andone per scuotere la squadra di Iordănescu: l'attaccante rumeno si rende pericoloso appena entra in area, la traversa gli nega il pareggio e l'Albania può sperare ancora. La pressione degli ultimi minuti e l'agonismo per la posta in palio non creano ulteriori opportunità, il vantaggio regge fino al fischio finale e, con esso, l'ipotesi di una clamorosa e complicata qualificazione agli ottavi all'esordio in un Europeo.

Il Gruppo A si conclude, dunque, con i padroni di casa al primo posto. La Francia non chiude a punteggio pieno, ma i 7 punti sono sufficienti per piazzarsi davanti alle altre concorrenti e pescare una terza classificata. La Svizzera conquista il punto decisivo che le garantisce il secondo posto: agli ottavi troverà la seconda del Gruppo C, ovvero una tra Germania, Polonia ed Irlanda del Nord. Con la Romania fuori dai giochi, l'Albania deve aggrapparsi alla speranza di rientrare nelle quattro migliori terze: sarà necessario fare calcoli sugli altri cinque gironi per garantirsi un posto nella fase ad eliminazione diretta.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.