Euro 2016: l’Italia batte la Svezia 1-0 e si qualifica agli ottavi!

Gli Azzurri vincono la seconda partita consecutiva e si qualificano per gli ottavi. Italia poco brillante, ma a due minuti dalla fine arriva una prodezza di Eder.

Eder 1-0

2k condivisioni 58 commenti

di

Share

Un'Italia non bella, un po' imballata e ben ingabbiata dall'organizzazione preparata da Hamren, batte la Svezia 1-0 con un gol di Eder a due minuti dalla fine e si qualifica subito per gli ottavi di Euro 2016. Dopo il Belgio, ecco altri tre punti per la Nazionale di Conte. 

La Svezia che non ti aspetti

Italia in campo con Florenzi al posto di Darmian, Svezia che schiera dal primo minuto Guidetti, Ekdal e Lindelöf, tutto secondo le previsioni. Meno atteso l’atteggiamento degli svedesi, subito aggressivi, con uno schieramento molto corto e pronto a sfruttare le fasce. Fin dai primi minuti Forsberg prova a inserirsi e spesso va a fare il terzo attaccante al fianco di Guidetti e Ibrahimovic. Al 10’ una bella combinazione palla a terra degli Azzurri libera Florenzi sulla sinistra, ma la conclusione dell’esterno romanista è fiacca, nessun problema per Isaksson. La Svezia pressa molto alto e gli Azzurri mostrano difficoltà nei disimpegni difensivi, anche perché Parolo e Candreva non sembrano quelli visti contro il Belgio. Conte non è soddisfatto e lo fa capire. Il primo tempo finisce senza recupero e praticamente senza un tiro in porta. La Svezia ha dominato nel possesso palla: 59%, contro il 41 degli Azzurri.

Bonucci controlla Ibrahimovic

Un’altra Italia

Schieramenti immutati all’inizio della ripresa. Nell’intervallo si era riscaldata l’intera panchina svedese, mentre Conte aveva lasciato Zaza sul terreno di gioco a prepararsi. L’Italia, sferzata dalle urla del ct, comincia con un altro piglio, centrocampo più alto e attaccanti più partecipi. Lo spirito è diverso e al 48’ c’è subito una bella occasione per Pellè, ma il suo tiro è alto. Svezia in difficoltà, la non eccelsa qualità del suo reparto arretrato provoca un filotto di goffi disimpegni in corner, ma gli Azzurri non ne approfittano.

Al 60’ Conte decide che è giunto il momento di cambiare qualcosa: fuori Pellè, dentro Zaza. L’intento è quello di usare la freschezza dello juventino per superare i granatieri svedesi con manovre palla a terra. È un’altra Italia, sicuramente non trascendentale ma più propositiva e più convinta dei propri mezzi. Bella l’occasione per Candreva al 64’: quando gli Azzurri corrono e cambiano fronte danno l’impressione di poter fare male. La Svezia sbanda a tratti, ma mantiene una buona organizzazione a centrocampo che riesce spesso a chiudere gli spazi alla nostra impostazione. Cambio anche a centrocampo, al 74’, con Thiago Motta che subentra a De Rossi. Durmaz e Lewicki per Forsberg ed Ekdal, le contromosse immediate di Hamren.

Il gol di Eder

Lampo azzurro all’82’: cross preciso di Giaccherini da sinistra a sorvolare tutta l’area svedese, dall’altra parte c’è Parolo che inzucca, Isaksson sembra battuto ma lo salva la traversa. Ultimi cambi all’85’: fuori Guidetti e Florenzi, dentro Berg e Sturaro. La svolta arriva all’88’: Chiellini affretta una rimessa laterale e lancia lungo trovando la sponda di Zaza per Eder, che affonda veloce dentro all’area in mezzo ai lenti difensori di Hamren e scocca un destro che finisce alle spalle di Isaksson. È l’1-0 che fa esplodere Conte, finalmente felice, e che chiude la partita. L’Italia è agli ottavi.

Prossima giornata

  • Svezia-Belgio: Nizza, 22 giugno, ore 21.00
  • Italia-Irlanda: Lille, 22 giugno, ore 21.00

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.