Pescara, il pres. Sebastiani: "Per Lapadula nessuna offerta che ci soddisfa"

Il presidente degli abruzzesi parla a ruota libera: il futuro di Oddo, di Lapadula e di un calcio italiano che fa sempre più fatica a puntare sugli italiani.

Il Pescara è tornato in Serie A, parla il presidente Sebastiani.

37 condivisioni 2 commenti

di

Share

Daniele Sebastiani è un fiume in piena. Dopo la promozione in Serie A, il presidente del Pescara parla del campionato che attende gli abruzzesi, del mercato e di un calcio italiano che ormai ha dimenticato cosa vuol dire puntare sui giovani italiani.

Lapadula Pescara
Lapadula parte solo alle condizioni del presidente.

“Oddo rimane, Lapadula parte? Lo decido io”

Presidente, tanto per cominciare congratulazioni per la promozione in Serie A.

Grazie mille. È stata una grandissima gioia. Adesso dobbiamo lavorare per rimanere in Serie A. La squadra ha tutte le carte in regola per riuscirci. Vogliamo regalare ai tifosi un’altra gioia.

Adesso siamo in pieno calciomercato. Lapadula è ai saluti?

Non mi sembra giusto dire che Lapadula sia ai saluti. Stiamo vagliando le proposte ricevute e fino a questo momento nessuna di queste ci ha soddisfatto. Se Lapadula parte o meno, alla fine, lo decido io. Il giocatore ha altri tre anni di contratto, non c’è necessità di cedere.

Si parla di Lazio, Napoli, Genoa. Quale di queste è la più accreditata ad accaparrarsi il suo numero 10?

Lei ha nominato squadre che effettivamente mi hanno chiesto il giocatore ma nessuna di esse ha offerto la somma che abbiamo richiesto. Alcune continuano a farsi sentire, altre meno. Quindi le ritengo tutte sullo stesso piano. 

Sebastiani e Oddo
Sebastiani si tiene stretto Oddo

Oddo, invece, più confermato che mai?

Assolutamente. Anche se non avessimo conquistato la promozione in Serie A, Massimo sarebbe stato riconfermato in panchina. Avevamo un accordo sulla parola e io rispetto sempre ciò che dico. Se si fosse fatta avanti una grande squadra a offrigli una panchina per la prossima stagione, allora ci saremmo seduti a parlare, ma adesso mi sento di assicurare che Oddo sarà il nostro allenatore anche nella prossima stagione.

In Italia si parla solo straniero

Il Pescara, negli ultimi anni, ha fatto un qualcosa che non succede molto spesso: scovare talenti italiani. Qual è il vostro segreto?

Noi non acquistiamo giocatori solo per fare numero, preferiamo puntare su ragazzi di sicuro affidamento. Parlo di Insigne, Immobile, Verratti, fino ad arrivare a Lapadula e tanti altri. La verità è che in Italia se acquisti un mediocre giocatore straniero, i tifosi arrivano in massa all’aeroporto per acclamarti, ma se compri i ragazzi italiani non ti fila nessuno. Adesso le nuove regole impongono la presenza di un certo numero di italiani in squadra ma, mi permetta, noi avevamo già capito che conviene puntare sui calciatori nostrani. Possiamo acquistare per due soldi, valorizzarli e ritrovarci ottimi giocatori in squadra investendo pochissimo.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.