Euro 2016, Gruppo F: Ungheria prima, steccano Austria e Portogallo

L'Ungheria batte 2-0 l'Austria di Alaba e Arnautovic e vola in testa al girone, per Cristiano Ronaldo e il suo Portogallo solo un pari contro l'Islanda.

Immagine dell'Islanda, la festa a fine partita

506 condivisioni 29 commenti

di

Share

Sorprese a Euro 2016? Eccole servite. Nel Gruppo F c'è l'Ungheria in testa al girone, con Portogallo e Austria che non rispettano i pronostici del caso. Alaba e compagni perdono 2-0 contro gli uomini di Storck, Cristiano Ronaldo stecca la prima contro la matricola Islanda. Un pareggio che ha il sapore della sconfitta, nelle prossime partite non si potrà più sbagliare.

Austria-Ungheria 0-2 (62’ Szalai, 87’ Stieber)

In tanti dicevano: attenzione all’Ungheria. A farne le spese è l’Austria, la favorita insieme al Portogallo per il passaggio del turno. A Bordeaux si gioca una partita sicuramente piacevole: Alaba e il suo piede caldo si presentano subito colpendo un palo nei minuti iniziali. Ma sono i magiari a cercare di più il gol, che arriva al 17’ del secondo tempo con Szalai. Un fantasma fino a quel momento, poi trova il guizzo vincente per battere Almer e siglare l’1-0. L’Austria prova a reagire ma viene fermata dal portiere Király, 40 anni, il giocatore più vecchio a scendere in campo in tutta la storia dell'Europeo.

Poi l’arbitro Turpin ci mette il carico: fuori Dragović per doppio giallo (eccessivo), la squadra di Koller in dieci si arrende. Stieber all’87’ firma il raddoppio e regala i primi 3 punti all’Ungheria. Un notevole passo verso qualcosa di importante. L’Austria a fine partita è solo rabbia.

Portogallo-Islanda 1-1 (31’ Nani, 51’ Bjarnason)

Parte bene l’Islanda, poi si sgonfia a causa delle punte portoghesi. Sigurdsson al 3’ minuto impegna subito Rui Patricio con un doppio intervento decisivo, ma è solo un lampo nel cielo di Saint-Étienne. I veri fulmini sono Nani e Cristiano Ronaldo: l’attaccante del Fenerbahce si divora da due passi il gol del vantaggio, Halldorsson compie il miracolo e tiene i suoi ancora in vita. CR7 non affonda il colpo per due volte quando gli si presentano occasioni ghiotte, alla mezz’ora poi riecco il numero 17, che stavolta non sbaglia e fa l’1-0. La combinazione tra Vieirinha e Andre Gomes è perfetta, Nani mette il primo punto sul match.
Cuore e grinta, gli islandesi ne hanno da vendere. Si riparte con il secondo tempo e Bjarnason a sorpresa trova il gol del pareggio. Vieirinha lo lascia solo in area, l’ex Pescara a botta sicura fa 1-1 e segna così la prima rete per il suo Paese in una fase finale di un Europeo. Diventa una partita più combattuta ma allo stesso tempo più equilibrata: lo strapotere nel possesso palla della squadra di Fernando Santos si dissolve sotto il pressing martellante dei nordici. I tiri di CR7 e di Quaresma non servono a nulla, l’Islanda si porta a casa un punto sacro contro la favorita del girone. Cristiano Ronaldo a fine partita è deluso: si aspettava di sicuro una partenza diversa nel suo quarto Europeo in carriera.

Prossima giornata

Islanda-Ungheria, sabato 18/6 ore 18, stade Vélodrome, Marsiglia.
Portogallo-Austria, sabato 18/6 ore 21, Parc de Princes, Parigi.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.