Muhammad Ali: bagarinaggio sfrenato per i biglietti del funerale

L'emissione di 15mila tagliandi gratuiti per dare l'ultimo saluto al campione di boxe ha scatenato il bagarinaggio via Internet. La famiglia attacca: "È deplorevole".

Il ricordo di Muhammad Ali

81 condivisioni 2 commenti

di

Share

L'ultimo saluto al più grande di tutti. C'è la fila a Louisville per i funerali di Muhammad Ali, scomparso all'età di 74 anni ma sempre vivo nella memoria della gente grazie alle sue gesta dentro e fuori dal ring. Campione di boxe e di diritti civili, da tutto il mondo arrivano per ricordare Cassius Clay. La cittadina del Kentucky si è riempita appena è circolata la notizia che sarebbero stati emessi 15mila biglietti per assistere alla cerimonia. I tagliandi sono andati polverizzati in meno di un'ora e non sono comunque riusciti a soddisfare la richiesta. Ecco perché i bagarini sono entrati in azione, cercando di piazzare biglietti online a cifre spropositate.

La caccia al biglietto

Cento dollari l'uno. Fino a tanto si è spinta l'indecente corsa al bagarinaggio online per i biglietti del funerale di Ali. Come detto, i tagliandi sono esauriti in mezz'ora vista la quantità di persone in fila fuori dal KFC Yum Center, ma sono 'magicamente' ricomparsi poco dopo. C'è chi farebbe di tutto per dire addio a uno degli sportivi più grandi di tutti i tempi, persino pagare $100. Terreno di conquista per gente senza scrupoli, pronta a rivendere il proprio biglietto ricevuto gratuitamente.

Un gesto che non ha lasciato indifferente la famiglia di Ali che, tramite il suo portavoce, Bob Gunnell, ha fatto sapere:

È deplorevole. Personalmente siamo disgustati che qualcuno abbia provato a trarre profitto dalla morte di Muhammad. Spero solo che chi sta cercando di acquistare i biglietti smetta subito, Ali voleva che questo evento sarebbe rimasto gratuito e aperto a tutti.

I funerali

Sono iniziati ieri e continueranno nella giornata di oggi i funerali di Ali. Ad aprire la doppia cerimonia c'è stato un rito tradizionale musulmano, il pugile infatti aveva deciso di abbracciare la religione islamica ai tempi della segregazione razziale, nel 1964. Questa mattina, invece, ci sarà un corteo lungo circa 30km, che ripercorrerà le tappe principali della sua carriera: dalla casa in cui è cresciuto fino alla Muhammad Ali Boulevard, passando per il museo a lui intitolato al Centro di Cultura Afroamericana. Infine, l'ultimo saluto avverrà all'interno del cimitero di Louisville, con Lennox Lewis e Will Smith che porteranno la bara insieme ad altre sei persone, tra cui i due figli di Ali.

Dall'imam a Erdogan

Molti i personaggi famosi che prenderanno parte al ricordo finale che si terrà al KFC Yum Center. Dal mondo dello spettacolo ai Capi di Stato, in tanti prenderanno parte all'evento: a cominciare dall'ex presidente degli Stati Uniti, Bill Clinton e l'attore Billy Crystal. Entrambi amici del pugile. Ci sarà anche il presidente turco Erdogan, che di Ali ha detto:

Muhammad Ali non è stato solo una leggenda della boxe, ma anche un combattente per la libertà. Non potremo mai dimenticare che portò un casco da pompiere dopo gli attacchi terroristici dell'11 settembre: disse che l'Islam non è una religione che uccide, l'Islam è la pace.

Sulla stessa lunghezza d'onda l'imam californiano, Zaid Shakir:

Ali riveste un'importanza molto speciale per la nostra comunità. Dobbiamo dirgli addio nel migliore dei modi, onorare la sua memoria, rispettare la sua volontà ed amarci l'un l'altro come avrebbe desiderato lui.

Assente illustre Barak Obama. Il presidente degli Stati Uniti d'America è rimasto a Washington per assistere alla cerimonia di consegna del diploma di scuola superiore di sua figlia maggiore, Malia.

 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.