Francia-Romania 2-1, Payet pesca il jolly nel finale

Il fantasista del West Ham risolve il match inaugurale con un eurogol a ridosso del recupero. Giroud apre le marcature, Stancu pareggia prima della gioia francese.

Francia-Romania

178 condivisioni 6 commenti

di

Share

Il primo match di Euro 2016 dice Francia. Nella sofferenza di Saint-Denis, la squadra di Deschamps ottiene una vittoria preziosa contro una Romania generosa, ben messa in campo e battuta solo da un missile di Payet. La sfida inaugurale del Gruppo A finisce 2-1: Giroud apre le marcature, Stancu pareggia su rigore, poi il giocatore del West Ham toglie le castagne dal fuoco a pochi minuti dal 90'.

Francia
La gioia francese al gol di Payet

Primo tempo

Archiviato lo show prepartita, si scende in campo e la Romania dimostra di non voler recitare il ruolo di sparring partner. Pintilii ha la prima occasione del match al limite dell'area piccola, ma Lloris ha i riflessi pronti e respinge nonostante la distanza ravvicinata. Andone ci prova con un colpo di testa da calcio d'angolo senza inquadrare lo specchio: la Francia parte con il freno a mano tirato e rischia di rincorrere nella partita inaugurale dell'Europeo di casa. Serve quindi l'intelligenza tattica di Pogba e Payet, che allargano le maglie della difesa avversaria con le verticalizzazioni che ricacciano indietro gli uomini di Iordănescu. Saint-Denis spinge i Bleus all'attacco, proprio Payet pesca Giroud ma il suo stacco finisce a lato. Ancor più clamorosa l'occasione che capita a Griezmann, che colpisce di testa sul primo palo e centra il montante. La squadra di Deschamps prende in mano il pallino del gioco e riesce a distendersi in modo efficace, quando non si specchia nelle giocate superflue a centrocampo. Le opportunità più nitide vedono nuovamente Griezmann e Giroud protagonisti: manca la cattiveria in fase realizzativa, la Romania si salva e va all'intervallo sullo 0-0.

Iordănescu
Iordănescu imbriglia la manovra di Deschamps, ma non basta

Secondo tempo

La ripresa comincia esattamente com'è iniziato il primo tempo. Stancu aggancia un pallone alle spalle della difesa francese, ma la girata col destro finisce fuori con Lloris immobile. Stavolta, però, la reazione della Francia è immediata ed i padroni di casa non lasciano l'iniziativa agli avversari. Giroud ha la palla del vantaggio in piena area, ma il tiro è debole e centrale. Tătărușanu si esalta sul tiro al volo di Pogba, che arriva a rimorchio sul cross di Payet ma non riesce ad angolare il pallone. Dal miracolo all'errore: uscita avventata del portiere rumeno su un altro spiovente di Payet, Giroud lo anticipa di testa e sigla il primo gol di Euro 2016. Il calciatore degli Hammers cambia il ritmo del match, i francesi lasciano la superficialità e passano all'efficacia. La Romania, però, non si scoraggia e lotta su ogni pallone: Stanciu si avventa e brucia Evra, che lo stende in piena area: per Kassai è rigore. Dal dischetto si presenta Stancu, che spiazza Lloris e riporta la sfida in parità. La reazione non arriva, anche per via del sostegno del pubblico in netto calo dopo il gol subito, favorendo così la manovra richiesta da Iordănescu: tuttavia, il tecnico toglie Stanciu ed inserisce Chipciu, rinunciando alla qualità e badando più alla sostanza. Deschamps capisce che può alzare il baricentro e, dopo Coman, arriva anche il turno di Martial: fuori Griezmann e Pogba. La mossa tattica a partita in corso sembra non pagare, l'inserimento di Torje dà più freschezza alla Romania, che copre meglio il campo e gestisce il pareggio senza particolari affanni. Nel momento più delicato, l'asso nella manica è Payet: sinistro a giro dal limite che si infila sotto l'incrocio e fa esplodere Saint-Denis. È il gol che decide la partita e che, soprattutto, evita una delusione all'esordio.

Payet Francia
La commozione di Payet, Deschamps gli riserva la standing ovation nel recupero

I tre punti contro la Romania garantiscono alla Francia un primo allungo sulle concorrenti, aspettando Albania-Svizzera, in programma domani pomeriggio. Deschamps, però, dovrà limare alcuni dettagli di carattere tecnico, visti gli errori a centrocampo, ma anche sul piano atletico: solo la giocata del singolo ha permesso ai Bleus di pescare il jolly quando il fiato era ormai esaurito. Per vincere l'Europeo di casa serve sconfiggere la pressione, mentre a Iordănescu serve solo un po' di fortuna in più: in attesa di scoprire le doti delle altre due componenti del girone, la prestazione contro i francesi lascia ben sperare in vista di un'eventuale qualificazione agli ottavi.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.