Copa America, Suarez furioso per l'esclusione contro il Venezuela

L'attaccante del Barcellona, acciaccato, è rimasto in panchina per tutta la durata del match perso dall'Uruguay contro il Venezuela. Tabarez: "Non era pronto per giocare".

Suarez

805 condivisioni 121 commenti

di

Share

Uno sfogo impotente di rabbia, incontenibile, quello che ha portato Luis Suárez a tirare un pugno alla struttura di plexiglass a protezione della panchina dell'Uruguay. Non era questo il finale della Copa America che si era immaginato l'attaccante del Barcellona, presentatosi negli Stati Uniti fresco di Pichichi e di Liga. Dopo le sconfitte contro Messico e Venezuela si ritrova ad abbandonare la competizione senza neanche un minuto giocato.

Il gol di Rondon

C'erano molti dubbi sulle condizioni fisiche di Suárez, alle prese con un fastidio muscolare. Ma quando nel riscaldamento prepartita si era unito ai compagni partecipando agli scambi in mezzo al campo, la fiammella della speranza si era accesa nei tifosi della Celeste. Ben presto, però, la pretattica di Tabarez è stata smascherata: il centravanti del Barça era stato inserito a referto, ma come infortunato e quindi non avrebbe potuto entrare in campo nemmeno a partita in corso.

I tifosi sugli spalti non potevano saperlo e quindi non si davano pace vedendo che il loro ct, con l'Uruguay in svantaggio per il gol di Rondon nel primo tempo, inseriva uno dopo l'altro Rolan, Lodeiro e per ultimo Corujo. Suarez niente, rimaneva lì a sbracciarsi in panchina, fino a quando anche lui non ce l'ha più fatta: la sconfitta era ormai delineata e lui ha sfogato rabbia e frustrazione prendendo a pugni la struttura di plexiglass della panchina e gettando a terra la pettorina. Gesti probabilmente indirizzati più contro la sfortuna e i problemi muscolari che non contro Tabarez che, comunque, a fine match ha dichiarato:

Suarez non era ancora pronto per giocare, così hanno stabilito i medici. Per quanto riguarda la sua rabbia, la capisco, ma lui non mi ha detto niente e io non ho intenzione di mandare in campo un giocatore che non è al 100%.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.