Caso Neymar all'epilogo: il brasiliano è costato al Barça 111 milioni di euro

Accordo trovato tra il Barcellona e il fisco per il caso Neymar: tra il costo del cartellino, le penali pagate, gli sponsor e i bonus, il brasiliano è stata pagato più di 111 milioni di euro.

Neymar festeggia con i compagni il gol in finale di Copa del Rey

466 condivisioni 31 commenti

di

Share

Incredibile ma vero, il caso Neymar sembra giunto all'epilogo. Il Barcellona e il fisco spagnolo - si legge su Marca - avrebbero raggiunto un accordo che prevede il pagamento di una multa di 5 milioni di euro da parte del club catalano. In seguito a questa intesa, inoltre, verrebbero fatte cadere le accuse nei confronti dell'attuale presidente del Barça Josep Maria Bartomeu e del suo predecessore Sandro Rosell, per i quali l'accusa aveva chiesto rispettivamente due e sette anni di detenzione e un'ammenda totale di 63 milioni di euro.

La vicenda

Tutto è iniziato nel 2013 quando è stato formalizzato il passaggio del brasiliano dal Santos al club catalano: 57 milioni di euro il prezzo del cartellino, o almeno così era stato dichiarato. Dopo qualche mese Jordi Cases, socio dell'allora presidente Rosell, si accorge che qualcosa non va e denuncia il suo socio in affari per appropriazione indebita (parte dei soldi pagati dal Barca per Neymar sarebbero finiti direttamente nelle tasche del presidente). Dopo l'analisi di centinaia di documenti, il pubblico ministero condanna il presidente al pagamento di una penale di 13,5 milioni di euro. 

Rosell pone fine alle polemiche pagando immediatamente la suddetta penale ma dopo qualche mese dà le dimissioni. Al suo posto viene nominato l'attuale Bartomeu che per legge deve pubblicare i dati e i documenti relativi all'acquisto di Neymar. Oltre ai 57,1 milioni pagati per il cartellino, si viene a sapere che i blaugrana hanno pagato 7,9 milioni per il diritto di prelazione di tre giocatori, 10 milioni di euro di bonus al giocatore, 2 milioni per lo scouting del club brasiliano, 4 milioni per future sponsorizzazioni, 2,5 milioni per la Fondazione benefica di Neymar e 2,7 di parcella al padre-procuratore.

Ma non è finita qui. Nel febbraio del 2014, dopo che la Corte Nazionale apre un’inchiesta, il Barcellona paga 13.5 milioni di euro per coprire eventuali sanzioni. Nel 2016 la nomina tra i finalisti del Pallone d'Oro ha poi costretto la società, per contratto, a pagare 2 milioni di bonus al giocatore. Se a questi sommiamo 4,5 milioni che gli spagnoli dovranno pagare al Santos in caso di un'amichevole futura e i 5 milioni appena pagati al fisco si raggiunge l'incredibile quota di 111,2 milioni di euro. Senza contare l'ingaggio di Neymar, 14 milioni netti a stagione, destinati a salire nei prossimi anni.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.