Copa America: la Colombia vola ai quarti, tornado USA contro il Costa Rica

Bacca e James Rodriguez regalano i quarti di finale della Copa America Centenario alla Colombia, gli Stati Uniti si sbarazzano del Costa Rica e rivedono la qualificazione.

La Colombia esulta per la qualificazione ai quarti

266 condivisioni 15 commenti

di

Share

Il primo verdetto della Copa America Centenario arriva dal Gruppo A: con la vittoria sul Paraguay, la Colombia vola ai quarti di finale. Grazie ai gol di Bacca e James Rodriguez, i ragazzi di Peckerman possono permettersi di perdere nell'ultima giornata del girone, contro il Costa Rica. AI Ticos servirebbe un'impresa per passare il turno dopo essere stati travolti dagli USA. La sconfitta all'esordio aveva lasciato l'amaro in bocca, ma la squadra di Klinsmann ha risposto nel migliore dei modi. Adesso la qualificazione è a un passo, basterebbe anche un pareggio contro il Paraguay.

USA-Costa Rica 4-0

Rialzare la testa dopo la sconfitta contro la Colombia: missione compiuta per gli Stati Uniti che, all'interno del Soldier Field di Chicago tutto esaurito, danno vita a un match entusiasmante. Soprattutto nel primo tempo. I ragazzi di Klinsmann prima rischiano di andare sotto, poi trovano la rete che sblocca il match: spinta plateale di Gamboa su Wood, calcio di rigore. Dempsey non sbaglia dal dischetto e torna a segnare nella città in cui ha realizzato il suo primo gol con la maglia della Nazionale: era il 28 maggio del 2005, nell'amichevole persa con l'Inghilterra persa per 2-1. 

Ma non c'è tempo per i ricordi, gli Stati Uniti vogliono chiudere la pratica. E ci riescono: tra il 38' e il 43' arrivano due gol. Prima è Jones a mettere dentro il passaggio smarcante del solito Dempsey, poi Wood con un destro a incrociare batte Pemberton per la terza volta. Costa Rica tramortito e partita in ghiaccio già alla fine del primo tempo. Nella ripresa c'è tempo anche per la rete del poker: il neo-entrato Zusi ruba palla allo sbadato Calvo, entra in area e batte i portiere dei Ticos. Sconfitta pesante da mandare giù. La qualificazione ai quarti è un miraggio: servirebbe battere la Colombia con quattro gol di scarto e sperare nella vittoria del Paraguay contro gli USA. Davvero troppo.

Colombia-Paraguay 2-1

La squadra di Peckerman, alla sua cinquantesima panchina alla guida dei Cafeteros, è la prima a qualificarsi per i quarti di finale della Copa America Centenario. Proprio come nella prima giornata contro gli Stati Uniti, la Colombia sblocca il match in pochi minuti, su palla in attiva e con un calciatore del Milan: cross dalla bandierina di James Rodriguez e colpo di testa di Bacca. Dopo 12' è già vantaggio. Da uomo assist a finalizzatore: alla mezz'ora Cardona serve il 'diez' del Real Madrid che controlla e scarica alle spalle di Villar. Si va negli spogliatoi con i colombiani avanti di 2 gol, non prima di aver provato un brivido freddo per la punizione di Lezcano, Ospina si salva anche con l'aiuto della traversa.

Da applaudire la tenacia del Paraguay, che nonostante il doppio svantaggio rientra in campo con la voglia di rimettere in piedi il match. Dopo un quarto d'ora Ospina deve letteralmente volare sul colpo di testa di Romero, la Albirroja non ci sta a perdere. Passano altri 10 minuti ed ecco il gol che accorcia le distanze: una vera e propria sassata di Ayala che sorprende il portiere colombiano e rimette in carreggiata i suoi. Ma la squadra di Ramon Diaz rimane in 10 a causa dell'espulsione di Romero che si becca due cartellini in tre minuti. Paraguay in inferiorità numerica, si fa durissima. Il palo di Cardona dalla distanza mette fine alle ostilità. La Colombia va avanti, i paraguaiani si giocheranno il tutto per tutto nell'ultima sfida contro gli USA.

 L'errore di Adidas

Non sarebbe la Copa America Centenario se non vi raccontassimo una gaffe a partita. Questa volta a combinarla grossa è stata l'Adidas, che durante la campagna pubblicitaria per sponsorizzare le maglie ha commesso un madornale errore d'ortografia. Il marchio tedesco ha 'confuso' la Colombia con Columbia. Una traslitterazione che ha fatto infuriare i tifosi Cafeteros che considerano questa svista più grave di sbagliare un inno nazionale. Visto il frequente errore, qualche anno fa dei ragazzi colombiani decisero di creare una pagina Facebook dal titolo: "It’s Colombia, NOT Columbia". Evidentemente all'Adidas deve essere sfuggita.

Prossimi appuntamenti

GRUPPO B:

Brasile-Haiti, giovedì 9 giugno, ore 01:30, Citrus Bowl, Orlando (Florida).

Ecuador-Perùgiovedì 9 giugno, ore 04:00, University of Phoenix Stadium, Glendale (Arizona).

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.