Muhammad Ali: le sue frasi celebri

Il 3 giugno 2016 moriva all'età di 74 anni Muhammad Ali, il più grande pugile della storia e uno degli sportivi più amati. Ecco alcune delle frasi più famose che ha pronunciato.

Muhammad Ali

465 condivisioni 0 commenti

Share

Il più grande pugile della storia, uno degli sportivi più amati di sempre. Muhammad Ali moriva esattamente un anno fa all'età di 74 anni a Phoenix (Arizona) in seguito a delle complicazioni respiratorie. Pochi giorni prima era stato ricoverato, le sue condizioni sono subito precipitate. The Greatest, il più grande, era affetto da più di 30 anni dal morbo di Parkinson, a gennaio del 2015 era finito in ospedale a causa di una grave infezione alle vie urinarie.

Muhammad Ali

Nato il 17 gennaio 1942 a Louisville, nel Kentucky, con il nome di Cassius Marcellus Clay Jr., è diventato Muhammad Ali dopo essersi convertito all’Islam. Campione del mondo dei pesi massimi e oro olimipico a Roma '60, nei 25 anni di carriera ha raccolto 56 vittorie e solo 5 sconfitte. Il suo ultimo incontro - contro Trevor Barbick - risale all'11 dicembre 1981. Ma Muhammad Ali non è stato una leggenda solo sul ring, anche le sue frasi hanno fatto e faranno le storia. Eccone alcune.

Muhammad Ali e le sue frasi celebri

Cassius Clay è un nome da schiavo. Io non l'ho scelto e non lo voglio. Io sono Muhammad Ali, un nome libero. Vuol dire amato da Dio. Voglio che la gente lo usi quando mi parla e parla di me. 

È solamente il mio lavoro. L'erba cresce, gli uccelli volano, le onde bagnano la sabbia. E io vinco gli incontri.

Fluttua come una farfalla, pungi come un'ape. Le tue mani non possono colpire ciò che i tuoi occhi non vedono. 

Ho lottato contro un coccodrillo, ho lottato con una balena, ho ammanettato i lampi, sbattuto in galera i tuoni. L’altra settimana ho ammazzato una roccia, ferito una pietra, spedito all’ospedale un mattone. Io mando in tilt la medicina. 

Se la mia mente può immaginarlo e il mio cuore sognarlo, allora posso raggiungerlo.

La boxe è un mucchio di uomini bianchi che guardano combattere due uomini neri.

Sono così veloce che ieri sera ho spento la luce ed ero a letto prima che si facesse buio nella stanza. 

Se anche soltanto sogni di battermi, è meglio che ti svegli e chiedi scusa.

I campioni non si fanno nelle palestre. I campioni si fanno con ciò che si ha dentro, nel profondo: un desiderio, un sogno, una visione.

 La mancanza di fede rende le persone timorose davanti alle sfide. Io ho creduto in me stesso.

Sono il re del mondo, sono carino, sono cattivo. Ho scosso il mondo, ho scosso il mondo, ho scosso il mondo! 

È difficile essere umili quando si è grandi come me.

Io sono il più grande, l'ho detto ancor prima di sapere che lo fossi.

L'amicizia è la cosa più difficile da spiegare. Non è qualcosa che si impara a scuola. Ma se non hai imparato il significato dell'amicizia, non hai imparato niente.

Un uomo che a 50 anni guarda il mondo alla stessa maniera di quanto ne aveva 20, è un uomo che ha sprecato 30 anni di vita.

Impossibile è solo una parola pronunciata da piccoli uomini che preferiscono vivere nel mondo che gli è stato dato, piuttosto che cercare di cambiarlo. Impossibile non è un dato di fatto, è un'opinione. Impossibile non è una regola, è una sfida. Impossibile non è uguale per tutti. Impossibile non è per sempre. Niente è impossibile.

Ho odiato ogni minuto di allenamento, ma mi dicevo: "Non rinunciare. Soffri ora e vivi il resto della vita come un campione!".

La gente dice che parlo lentamente oggi. Sai che sorpresa. Mi sono beccato 29mila pugni in faccia. Ma ho guadagnato 57 milioni di dollari e ne ho risparmiati la metà. Di pugni forti ne ho presi pochi. Sai quante persone di colore vengono uccise al giorno d'oggi da colpi di pistola o da coltellate senza incassare una lira. Magari parlo lentamente, ma la mia testa è a posto.

Le mie sofferenze fisiche sono state ripagate da quello che sono riuscito ad ottenere nella vita. Un uomo che non è coraggioso abbastanza da assumersi dei rischi, non otterrà mai niente.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.