Conor Mcgregor torna sul match contro Diaz: "C'ero quasi"

"I primi 8 minuti del match contro Diaz sono stati facili". Esordisce così Conor McGregor nel momento in cui torna a parlare del match perso contro Nate Diaz lo scorso marzo

McGregor

84 condivisioni 26 commenti

di

Share

Sebbene si parli continuamente del probabile match fra Mayweather e McGregor, l'irlandese ha una questione ancora aperta con il californiano Nate Diaz. Il campione dei pesi piuma UFC è stato sottomesso da Diaz, che aveva accettato il match con breve preavviso, nel main event di UFC 196 lo scorso marzo. 

In un'intervista a ESPN, McGregor si è lasciato andare ad alcune dichiarazioni particolari:

Che razza di combattente sarei se dicessi 'Ehi, non ce l'ho fatta a 170 [libbre], fammi provare a 155'? Devo chiaramente fare degli aggiustamenti. Ho continuato a mangiare fino al momento del peso. Stavolta, non rifarò lo stesso errore.

McGregor aveva vinto il primo round contro Diaz, che però è tornato alla ribalta nel secondo round. Approfittando del fatto che McGregor era ormai esausto, lo ha colpito duramente, prima nella fase in piedi e poi - quando McGregor è entrato in 'modalità disperazione' e ha cercato il takedown - lo ha sottomesso a terra. Ma se chiedete a McGregor come è andata, vi dirà che era vicino a mettere KO Diaz.

I primi otto minuti sono stati facili. Cerchiamo di essere onesti, l'ho preso a sberle. Quando poi mi è finita la benzina, è successo quel che è successo. Sono annegato. Mi ha dato un bel pugno e ho pensato qualcosa tipo 'Diamine, sono ancora in piedi'. Prima è andato molto vicino ad essere messo al tappeto, uno o due colpi e sarebbe andato giù. Di solito nella settimana precedente al match mi concentro e faccio cose funzionali solo al combattimento, ma non quella volta. Non avendo il limite del peso ho pensato di essere libero, di avere energia da bruciare. Col senno di poi, non so a cosa stessi pensando. 

Diaz x McGregor
Nate Diaz sottomette Conor McGregor tramite una rear-naked choke

L'irlandese ha detto la sua anche sul match che vedrà coinvolti a UFC 200 Jose Aldo e Frankie Edgar in un combattimento che mette in palio la cintura ad interim (ossia in misura temporanea, finché il vincitore non affronterà McGregor).

Per me loro due non sono più una sfida. Ho voluto che si creasse aspettativa tra i fan e per i miei interessi. Ora voglio vederli l'uno contro l'altro, con un titolo ad interim in palio. Uno dei due tornerà con una cintura nella mia divisione. Sarà intrigante, mi farà venir voglia di riprendermi quella cintura.

A UFC 200, infatti, Jose Aldo (25-2) affronterà per la seconda volta Frankie Edgar (20-4-1), dopo averlo battuto una volta a UFC 156, quando il brasiliano era il campione di divisione. Il vincitore andrà ad affrontare Conor McGregor per unificare la cintura.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.