Euro 2016, alla scoperta dei 10 stadi: Matmut Atlantique di Bordeaux

Siamo a Bordeaux per la sesta tappa del tour tra i 10 stadi degli Europei di Francia: il Matmut Atlantique ospiterà 5 partite, tra cui un quarto di finale.

Euro 2016, Matmut Atlantique di Bordeaux

0 condivisioni 0 commenti

di

Share

Stappa una bottiglia di vino, gli Europei si vedono in compagnia. Sì, ma quale? Siamo in Francia, prendi un Cabernet-Sauvignon. Regione strepitosa per i suoi vitigni e con una più che discreta tradizione calcistica: Bordeaux e tutto il dipartimento della Gironda. Una società di calcio fondata nel lontano 1881, colore blu mare e una grande 'V' bianca sul petto. Dal 1938 le partite casalinghe si giocavano allo Stade du Parc Lescure, cambiando nome nel 2001 in Chaban-Delmas in onore dell'ex primo ministro e sindaco di Bordeaux. Ma per ospitare Euro 2016 serviva una struttura più moderna: perciò il comune ha deciso di costruire un nuovo stadio nel quartiere Lac, l'attuale Matmut Atantique.

Inaugurazione

Nel maggio 2010 la Uefa ha assegnato l'organizzazione della fase finale alla Francia che, oltre alla sua candidatura, aveva presentato il piano degli stadi che avrebbero dovuto ospitare la manifestazione. Tra questi c'era anche le Nouveau Stade de Bordeaux, progettato dallo studio d'architettura Herzog & de Meuron. Per costruire l'impianto ci sono voluti meno di tre anni, dal novembre del 2012 al maggio 2015. Si è cercato in tutti i modi di ridurre i costi e il totale si aggira intorno ai 168 milioni di euro per una struttura che può ospitare poco più di 42mila persone. Il giorno dell'inaugurazione si è anche disputata una partita di Ligue 1, tra i padroni di casa del Bordeaux e il Montpellier. La sfida si è conclusa con il risultato di 2-1 per Le Girondins che hanno così inaugurato nel migliore dei modi il nuovo stadio. Per motivi di sponsor, nel settembre dello stesso anno, le Nouveau Stade de Bordeaux ha cambiato nome in Matmut Atlantique.

Utilizzo

Sfruttato per tutta la stagione dal Bordeaux, lo stadio Atlantique è già stato utilizzato per un partita tra nazionali: in occasione dell'amichevole tra Francia e Serbia del dicembre scorso, il nuovo impianto ha fatto da cornice a una gara divertente, vinta dai Bleus per 2-1 grazie all'insolita doppietta di Matuidi.

In queste edizione degli Europei, invece, lo stadio di Bordeaux ospiterà cinque incontri: quattro di girone e un quarto di finale. Proiettandoci in avanti e studiando bene il tabellone della fase finale, al Matmut Atlantique potrebbe andare in scena un clamoroso incrocio tra Germania e Italia. In caso di percorso netto dei tedeschi e di passaggio del turno sia del girone che degli ottavi della squadra di Conte, ecco qui un nuovo capitolo di un classico calcistico senza tempo.

La partita più bella

Stadio che ha poco più di un anno di vita e stagione al di sotto delle aspettative: non è facile trovare una partita entusiasmante disputata al Matmut Atlantique. L'unico acuto casalingo del campionato dei girondini è rappresentato dalla vittoria contro il Rennes quarto in classifica. La doppietta di Diabate, Rolan e Toure hanno fissato il risultato sul 4-0, miglior prestazione degli uomini guidati da Sagnol. Ben 22 tiri in porta (record stagionale), peccato per il poco pubblico: nemmeno 20mila spettatori, a testimonianza della delusione per una pessima stagione della squadra biancoblu.

Gli appuntamenti dell'Europeo

1^ giornata: Galles-Slovacchia (Gruppo B), sabato 11 giugno, ore 18:00.

1^ giornata: Austria-Ungheria (Gruppo F), martedì 14 giugno, ore 18:00.

2^ giornata: Belgio-Irlanda (Gruppo E), sabato 18 giugno, ore 15:00. 

3^ giornata: Croazia-Spagna (Gruppo D), martedì 21 giugno, ore 21:00.

Quarti di finale: Vincitore partita 41-Vincitore partita 43, sabato 2 luglio, ore 21:00.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.