Euro 2016, alla scoperta dei 10 stadi: Felix Bollaert di Lens

Siamo a Lens per la settima tappa del tour tra i 10 stadi degli Europei di Francia: il Felix Bollaert ospiterà 4 partite, tra cui un ottavo di finale.

Euro 2016, Felix Bollaert di Lens

82 condivisioni 0 commenti

di

Share

Se siete in Francia e volete visitare una città piena di storia e di monumenti non andate a Lens. Perfetta per gli uomini d'industria, meno per i turisti. Attaccato al confine col Belgio, nasce come centro minerario per l'estrazione del carbone, caratterizzandone la zona fino agli anni Sessanta. I residui sono ancora ben visibili nel paesaggio circostante, 'merito' di uomini come Felix Bollaert, uno dei direttori commerciali della Compagnie des mines de Lens, al quale è stato intitolato lo stadio della città dopo la sua morte. L'impianto ha subito varie ristrutturazioni, ultima delle quali in vista di Euro 2016 con conseguente ricostruzione del tetto di tutti e quattro i settori.

Inaugurazione

La storia di questo stadio è strettamente correlata a quella del direttore Bollaert che morì poco prima dell'inaugurazione dell'impianto e che ne aveva voluto la costruzione nel 1931. Era stato proprio lui, infatti, a voler edificare un impianto destinato alle partite di calcio e di rugby in quanto fermo sostenitore dell'attività sportiva, sia agonistica che amatoriale. 

Il più inglese degli stadi francesi, le tribune sono vicine al campo e separate tra loro: nello stile ricorda molto il vecchio Highbury. Curiosità: la capienza del Felix Bollaert, prima dell'ultima ristrutturazione, è stata sempre sopra i 40mila posti, cifra superiore di circa 4.000 unità alla popolazione di Lens. Quindi, anche se tutti gli abitanti della città si fossero messi d'accordo per andare allo stadio, non sarebbero comunque riusciti a riempirlo. Il record di spettatori è avvenuto in occasione del match tra Lens e Marsiglia del 1992, quasi 49mila spettatori.

Utilizzo

Oltre a ospitare le partite casalinghe del Lens, lo stadio Felix Bollaert ha fatto da cornice agli Europei del 1984 (è proprio in quell'occasione che l'impianto fu ampliato fino a raggiungere la capienza massima di 50mila posti), ai Mondiali di calcio del 1998 e alla Coppa del mondo di rugby nel 2007.

In occasione degli Europei del 2016, invece, la Federazione ha deciso per una riduzione di capienza dello stadio, che è scesa dai 41.600 posti del 2004 ai 38.223 attuali. In questa edizione della competizione continentale l'impianto ospiterà solo 4 partite: tre di girone e un ottavo di finale, quello tra la vincente del Gruppo D (Spagna favoritissima) e la terza di uno tra B/E/F.

La partita più bella

A proposito di Spagna, è proprio delle Furie Rosse l'incontro più spettacolare mai visto in quel di Lens. Per raccontarvelo dobbiamo tornare indietro di 18 anni, ai Mondiali del '98. Anche in quell'occasione si trattava del Gruppo D, ultima partita della fase a gironi: Spagna-Bulgaria. Agli iberici servivano assolutamente i tre punti per sperare di passare il turno: i gol di Hierro e Luis Enrique mettono in ghiaccio la sfida già nel primo tempo. Nella ripresa ci pensano Morientes e Kiko con una doppietta a testa a chiudere la pratica. Vittoria larga, ma inutile. Nell'altra gara il Paraguay batte la Nigeria e strappa il biglietto per gli ottavi insieme agli africani, che avevano già vinto le prime due partite ed erano sicuri del primo posto. Ne sono cambiate di cose in quest'ultimo (quasi) ventennio...

Gli appuntamenti dell'Europeo

1^ giornata: Albania-Svizzera (Gruppo A), sabato 11 giugno, ore 15:00.

2^ giornata: Inghilterra-Galles (Gruppo B), giovedì 16 giugno, ore 15:00. 

3^ giornata: Repubblica Ceca-Turchia (Gruppo D), martedì 21 giugno, ore 21:00.

Ottavi di finale: Prima Gruppo D-Terza B/E/F, sabato 25 giugno, ore 21:00.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.