Euro 2016, alla scoperta dell'Irlanda: Keane e O'Shea i veterani

Il ct O'Neill ha allestito una squadra con giocatori di grande esperienza e giovani emergenti. I Verdi irlandesi potrebbero rivelarsi un cliente meno facile del previsto.

Eire

78 condivisioni 3 commenti

di

Share

A Euro 2016 l’Irlanda farà parte del girone E, quello dell’Italia, insieme a Belgio e Svezia. Considerata forse troppo presto vittima designata nel raggruppamento, la Nazionale di Martin O’Neill potrebbe rivelarsi un cliente meno facile del previsto. Il ct è riuscito ha creato un mix di veterani e giovani promettenti, allestendo una squadra che ha perso soltanto una delle ultime 13 partite disputate. Attenzione all’Irlanda, dunque, che potrebbe però creare parecchi grattacapi nel girone.

Come arriva in Francia

Nel girone di qualificazione a Euro 2016, l'Irlanda è arrivata terza dietro a Germania e Polonia

L’Irlanda arriva da un girone di qualificazione quasi proibitivo, nel quale si è comunque classificata terza dietro a Germania e Polonia, perdendo soltanto due partite e permettendosi anche il lusso, meno di un anno fa, di battere i tedeschi a Dublino con un gol di Shane Long. Passati per le forche caudine degli spareggi, gli uomini di O’Neill hanno prevalso sulla Bosnia, pareggiando 1-1 in trasferta e vincendo 2-0 in casa.

L’undici titolare

Fra i pali Randolph sembra ormai aver scavalcato il veterano Shay Given (40 anni e 132 presenze in Nazionale) nelle gerarchie di Martin O’Neill. Davanti a lui ci saranno O’Shea e Keogh centrali, con Coleman e Brady sulle fasce. Nel centrocampo a quattro dovrebbero giocare Hendrick, McCarthy, Whelan e Walters a protezione di Hoolahan, che nel 4-4-1-1 avrà il compito di innescare Shane Long o Robbie Keane.

Il veterano, la stella, la scommessa

John O'Shea, uno dei veterani di O'Neill

Nell’Irlanda di Martin O’Neill ci sono molti veterani. Gente come Keane, Given e O’Shea veleggia da tempo oltre le cento presenze in Nazionale. John O’Shea, forse anche per quella faccia che sembra intagliata nella pietra, è quello il cui profilo corrisponde maggiormente all’idea di veterano.

Trentacinque anni, O’Shea è cresciuto nelle giovanili del Manchester United, debuttando in prima squadra a 18 anni in FA Cup. Dopo un paio d’anni di esperienze in squadre minori, è tornato a disposizione di Ferguson nel 2001, diventando presto un elemento imprescindibile di quella squadra che fra il 2001 e il 2011 ha arricchito la bacheca del club: 5 Premier League, una Champions League e un Mondiale per Club sono i principali trofei di O’Shea a Manchester, che in 10 anni ha giocato 387 match e segnato 15 gol. Dal 2011 John è passato a guidare la difesa del Sunderland. È il capitano della Nazionale, nella quale ha giocato 111 partite, segnando 3 reti.

Robbie Keane ha segnato 67 reti in 143 partite con la Nazionale

La stella dell’Irlanda, almeno per il suo passato, è Robbie Keane. Classe 1980, è uno che O’Neill ultimamente impiega col contagocce ma che ha totalizzato 143 presenze in Nazionale arricchite da 67 gol. A 20 anni arrivò all’Inter dal Coventry per una cifra astronomica (31 miliardi di lire), ma non riuscì a sfondare e tornò presto in Inghilterra. Prima al Leeds, poi al Tottenham, al Liverpool e di nuovo al Tottenham. Negli Spurs ha giocato 306 partite segnando 122 reti, per i tifosi è tuttora un idolo. Dal 2012 gioca stabilmente con i Los Angeles Galaxy.

Robbie Brady, protagonista degli spareggi per Euro 2016 contro la Bosnia

La scommessa di O’Neill potrebbe essere Robbie Brady, 24 anni, uno di quei giocatori preziosi che tutti gli allenatori vorrebbero in squadra. Brady, infatti, nasce esterno sinistro di difesa, ma ha già dimostrato di essere in grado di disimpegnarsi molto bene anche come esterno avanzato, sia a sinistra che a destra. Nel Norwich, quest’anno, ha giocato 36 partite, segnando 3 gol e servendo 2 assist. In Nazionale, invece, ha totalizzato 23 presenze con 4 reti. Scuola United, Robbie Brady ha tutte le carte in regola per essere la scommessa vincente della Irlanda.

Il calendario

L’Irlanda esordirà a Euro 2016 il 13 giugno contro la Svezia.

  • Irlanda-Svezia: Parigi, 13 giugno, ore 18.00
  • Belgio-Irlanda: Bordeaux, 18 giugno, ore 15.00
  • Italia-Irlanda: Lilla, 22 giugno, ore 21.00.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.