Euro 2016, alla scoperta del Belgio: De Bruyne e Hazard sono le chiavi

La squadra di Wilmots è la prima europea nel Ranking Fifa, se non risentirà l'assenza di Kompany potrebbe essere un outsider di Euro 2016. Hazard e De Bruyne le stelle.

Belgio

144 condivisioni 13 commenti

di

Share

Il Belgio è la favorita per il passaggio del turno nel gruppo E che comprende anche Italia, Svezia e Irlanda. I bookmaker quotano i Diavoli Rossi leggermente davanti agli Azzurri di Conte, del resto la Nazionale di Mark Wilmots è seconda nel Ranking Fifa dietro all'Argentina. La politica intrapresa dalla Federazione belga negli anni scorsi, incentrata su vivai e scuole calcio, sta dando ottimi frutti: nel 2014 il Belgio si è qualificato ai Mondiali - da cui mancava da 12 anni - e adesso ha raggiunto gli Europei dopo ben 32 anni. Nel 2002 aveva partecipato di diritto quale paese organizzatore.

Come arriva in Francia

Il processo di crescita costante della giovane squadra di Mark Wilmots ha marcato un punto di svolta nella seconda metà del girone di qualificazione a Euro 2016. A giugno dello scorso anno, infatti, i Diavoli Rossi si trovavano a tre punti dal Galles che guidava il gruppo B. Sconfitti a Cardiff da un gol di Bale, lesto ad approfittare di uno sciagurato retropassaggio di Nainggolan, i belgi, col fiato della coppia Cipro-Israele sul collo, si trovavano a un bivio.

Kompany, il grande assente, e De Bruyne, giovane leader: un passaggio di consegne?

Scelsero la strada giusta: vinsero d’autorità tutte le quattro partite rimanenti e si qualificarono come primi del girone. A Euro 2016 il Belgio si presenta con la rosa al completo, fatta eccezione per il capitano Vincent Kompany (e il suo sostituto designato Nicolas Lombaerts), assente per infortunio già nel finale di stagione del Manchester City. Le alternative non mancano, ma Wilmots non fa pretattica:

Denayer per me è il sostituto di Kompany.

I giovani sono cresciuti e il Belgio, favorito nel girone, può sicuramente fare molta strada.

L'undici titolare

Solo quattro dei 21 convocati di Wilmots giocano nel campionato belga. La rosa è multietnica, formata da giovani che sono abituati a frequentare i migliori palcoscenici del calcio europeo. Dall’Inghilterra alla Spagna, dall’Italia alla Francia, ma c’è anche chi gioca in Russia e in Turchia.

Courtois è una certezza fra i pali

Sono tutti giocatori duttili pronti a cambiare modulo in corsa, proprio come vuole Wilmots, che parte dal 4-2-3-1 ma spesso, a seconda delle situazioni, lo adatta a un 4-3-3. In porta il punto fermo è Courtois, mentre i quattro di difesa saranno da destra a sinistra Alderweireld, Denayer, Vermaelen e Vertonghen.

Davanti a loro Nainggolan e Witsel formeranno la diga di centrocampo, mentre più avanti De Bruyne, Hazard e Fellaini avranno il compito di portare rifornimenti a Lukaku, ma con ampia licenza di cercare gli inserimenti fra le linee avversarie. Benteke e Origi sono pronti a subentrare sia al posto, sia al fianco della punta dell’Everton. Non è stato incluso nella lista, invece, Laurent Depoitre, il possente centravanti del Gent che in autunno si era guadagnato la Nazionale a suon di gol.

Il veterano, la stella, la scommessa

Il Belgio dipende molto dalle giocate di Hazard

L’assenza di Vincent Kompany potrebbe farsi sentire non solo in difesa, quanto sotto il profilo della leadership. In sua assenza, la fascia va generalmente a Jan Vertonghen, il granatiere del Tottenham. Ha 29 anni, da nove è in Nazionale, possiede tecnica ed esperienza da veterano, ma il carisma del capitano del City è un’altra cosa.

Per individuare una stella nella covata di Wilmots non c’è che l’imbarazzo della scelta. Più difficile, invece, restringere la cerchia: il gioco del Belgio dipende in gran parte dai movimenti, dalle scelte e dall’umore di Eden Hazard, reduce da una stagione difficile al Chelsea. Al netto dell’infortunio invernale, invece, molto meglio ha fatto al Manchester City Kevin De Bruyne, un pizzico di classe in meno rispetto a Eden, ma manciate di carattere e concretezza in più: può essere lui la stella di questo euroBelgio.

Divock Origi potrebbe essere la sorpresa del Belgio

Divock Origi potrebbe essere la scommessa della squadra di Wilmots. L‘attaccante del Liverpool ha 21 anni e una voglia matta di giocare dopo una stagione travagliata: all'inizio sulla panchina dei Reds c’era Rodgers che proprio non lo vedeva- Poi, conquistata la fiducia di Klopp, sono arrivati gli infortuni. Nonostante tutto il ragazzo non ha mollato e in sole 16 presenze in Premier League ha segnato 5 gol, 1 ogni 130 minuti, meglio di Lukaku.

I 23 convocati del Belgio

Portieri: Thibaut Courtois (Chelsea), Simon Mignolet (Liverpool), Jean-François Gillet (Malines).

Difensori: Toby Alderweireld (Tottenham), Jan Vertonghen (Tottenham), Thomas Vermaelen (Barcellona), Jason Denayer (Galatasaray), Jordan Lukaku (Ostende), Thomas Meunier (Bruges), Laurent Ciman (Impact Montreal), Christian Kabasele (Genk).

Centrocampisti: Moussa Dembele (Tottenham), Radja Nainggolan (Roma), Marouane Fellaini (Manchester United), Axel Witsel (Zenit San Pietroburgo).

Attaccanti: Eden Hazard (Chelsea), Kevin De Bruyne (Manchester City), Dries Mertens (Napoli), Yannick Carrasco (Atletico Madrid), Divock Origi (Liverpool), Michy Batshuayi (Marsiglia), Romelu Lukaku (Everton), Christian Benteke (Liverpool).

Il calendario

Il Belgio esordirà a Euro 2016 contro gli Azzurri il 13 giugno in un match che Wilmots, lo ha detto chiaro, si aspetta prevalentemente tattico:

L'Italia ha il suo 4-3-3 estremamente solido e nessuna delle due squadre vuole rischiare di perdere. L’Europeo è molto insidioso e credo che perdere la prima partita potrebbe essere drammatico.

  • Italia-Belgio: Lione, 13 giugno, ore 21.00
  • Belgio-Irlanda: Bordeaux, 18 giugno, ore 15.00
  • Svezia-Belgio: Nizza, 22 giugno, ore 21.00

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.