Manchester United: Blind e Mata prime vittime di Mourinho?

Il difensore olandese e il trequartista spagnolo potrebbero essere le prime cessioni eccellenti di Mourinho, alle prese con il mercato estivo del Manchester United.

Blind e Mata ceduti?

107 condivisioni 5 commenti

di - | aggiornato

Share

In Inghilterra li danno già con la valigia in mano: Daley Blind e Juan Mata non rientrerebbero nei piani di José Mourinho per il suo Manchester United. Il portoghese ha incontrato più volte il vice presidente esecutivo del club Ed Woodward per pianificare la prossima stagione, Premier League e coppe, e ieri, al centro di Carrington ha ricevuto anche il benvenuto di sir Bobby Charlton, un pezzo di storia dei Red Devils. In questi incontri, secondo Sky Sports, oltre ai prossimi obiettivi sarebbero state decise anche alcune cessioni: il difensore olandese e il trequartista spagnolo sarebbero fra queste.

Mourinho con Woodward (a sinistra) e Bobby Charlton al centro di Carrington

L'approdo di Blind a Manchester era stato fortemente voluto da van Gaal. I due sono legati da una stima reciproca a tal punto che il difensore ha criticato apertamente le modalità del licenziamento del manager avvenuto subito dopo la vittoria in FA Cup:

Ho sempre lavorato bene con van Gaal, sarebbe stato meglio se fosse rimasto. Negli ultimi sei mesi non è stato trattato in modo equo. Penso che un manager come Louis van Gaal, che ha ottenuto già tanto, meritasse più rispetto. Non è facile per un allenatore leggere continuamente sui giornali che è stato licenziato. Nonostante questo, lui ha sempre cercato di tenerci al riparo da quste voci. 

Daley Blind, 26 anni, alza al cielo l'FA Cup

Al di là delle sue dichiarazioni, Blind non sembra rispondere all'identikit del difensore centrale di Mourinho, alto, potente e veloce, gente insomma come Samuel, Zouma o Varane, fra quelli che ha avuto in passato.

Mourinho e Mata ai tempi del Chelsea

Per quanto riguarda Juan Mata, invece, il portoghese aveva già avallato la sua cessione nel 2014 dal Chelsea allo United per 33,5 milioni di sterline, ritenendolo troppo lento e poco idoneo al suo sistema di gioco. E pensare che lo spagnolo era appena stato nominato 'Giocatore dell'Anno' al Chelsea, difficile che lo Special One abbia cambiato idea.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.