Euro 2016, Lewandowski e i suoi fratelli: alla scoperta della Polonia

I biancorossi di Nawalka si affidano ai gol del bomber del Bayern Monaco per sognare un Europeo in grande stile. E magari riuscire nello sgambetto alla Germania.

Terza partecipazione agli Europei per la Polonia

99 condivisioni 6 commenti

di

Share

Al quartier generale di Arlamow, tra le vette dei Carpazi Orientali, la Polonia è arrivata a bordo di un elicottero. Stile Milan del 1986 all’Arena Civica di Milano, per intenderci. Ma senza alcuna concessione allo show: solo massima concentrazione per la nazionale di Adam Nawalka, chiamata alla terza - e consecutiva - partecipazione della sua storia agli Europei. Non partono certo tra i favoriti, ma i polacchi a Euro 2016 vogliono stupire. Con un certo Robert Lewandowski lì davanti, la missione non sembra poi così campata in aria.

Adam Nawalka, ct della Polonia dal 2013

I 23 convocati

Portieri: Artur Boruc (Bournemouth), Lukasz Fabianski (Swansea), Wojciech Szczesny (Roma)

Difensori: Thiago Cionek (Palermo), Kamil Glik (Torino), Michal Pazdan (Legia Varsavia), Lukasz Piszczek (Borussia Dortmund), Bartosz Salamon (Cagliari), Jakub Wawrzyniak (Lechia Danzica), Artur Jedrzejczyk (Legia Varsavia)

Centrocampisti: Jakub Blaszczykowski (Fiorentina), Kamil Grosicki (Rennes), Tomasz Jodlowiec (Legia Varsavia), Bartosz Kapustka (Cracovia), Grzegorz Krychowiak (Siviglia), Karol Linetty (Lech Poznan), Krzysztof Maczynski (Wisla Cracovia), Slawomir Peszko (Lechia Danzica), Filip Starzynski (Zaglebie Lubino), Piotr Zielinski (Empoli)

Attaccanti: Robert Lewandowski (Bayern Monaco), Arkadiusz Milik (Ajax), Mariusz Stepinski (Ruch Chorzow).

Wojciech Szczesny, titolare nell'ultima stagione con la Roma

Come arriva agli Europei

Dall’elicottero alla carrozza. Quella che per un soffio non ha accompagnato i biancorossi in Francia, al termine del girone di qualificazione. Germania 21 punti, Polonia 20: questo il ranking conclusivo del Gruppo D. Un punto, un misero punto di distacco dai campioni del mondo in carica. Merito di una cavalcata che ha visto la selezione dell’Est Europa collezionare 6 vittorie, tre pareggi e una sola sconfitta. Una sorta di vendetta per i tedeschi, sconfitti per 2-0 l’11 ottobre 2014 a Varsavia: nel ritorno dello scorso 4 settembre, la formazione di Löw vinse 3-1 e completò il sorpasso definitivo in classifica (a tre giornate dal termine) proprio a danno dei polacchi.

L’urna del sorteggio europeo si è evidentemente divertita nel riproporre la stessa sfida per il Gruppo C. Ma stavolta in ballo c'è l’accesso agli ottavi della massima competizione continentale. La Polonia parte anche in questo caso dalla seconda griglia, ma tentare lo sgambetto ai campioni iridati non costa nulla. Occhio però alle insidie delle altre due rivali del raggruppamento, Ucraina e Irlanda del Nord: dal sogno primo posto all’eliminazione, il passo può essere assai breve. Aver vinto tutte le amichevoli pre-Europei disputate finora (contro Islanda, Repubblica Ceca, Serbia e Finlandia) costituisce in ogni caso un biglietto da visita niente male.

I giocatori polacchi festeggiano la qualificazione a Euro 2016

L’undici titolare

Attacco stellare, quattro-cinque pedine da piazzamento di tutto rispetto e qualche incognita. Il potenziale della Polonia è un ibrido che lo stesso ct Nawalka dovrà dimostrare di saper sfruttare al meglio. In porta, il selezionatore classe ’57 ha davvero l’imbarazzo della scelta: il romanista Szczesny è il favorito numero uno, seguito a ruota da Fabianski dello Swansea e dall’ex viola Boruc (ora al Bournemouth). Dominus della difesa è il capitano del Torino, Kamil Glik: in coppia con lui, l’indiziato principale è Pazdan del Legia Varsavia, ma attenzione al cagliaritano Salamon e al rosanero Cionek. Sugli esterni, inamovibile sulla destra Piszczek del Borussia Dortmund, mentre un infortunio dell'ultima ora ha tolto dai giochi Rybus del Terek Grozny: sull’out mancino chance quindi per Wawrzyniak (Lechia Danzica).

A centrocampo, il rappresentante della Fiorentina Blaszczykowski e Grosicki del Rennes (quest'ultimo dovrà però smaltire i guai fisici degli ultimi giorni) hanno in mano le chiavi delle fasce. Il vero nodo per Nawalka riguarda la coppia in mediana: l’infortunio muscolare di Krychowiak, nella finale di Copa del Rey tra il suo Siviglia e il Barcellona, getta un’ombra enorme su uno dei cardini della nazionale biancorossa. Nawalka lo ha inserito lo stesso tra i convocati, lo staff medico è fiducioso in vista dell’inizio dell’Europeo: intanto salterà le ultime amichevoli del warm up. Nelle idee del ct, accanto a lui troverebbe spazio Zielinski, soprattutto dopo l’ottima stagione disputata con l’Empoli.

Si arriva così al piatto forte, l’attacco. Da una parte Lewandowski, dall’altra la stella dell’Ajax Milik: sotto porta la Polonia è in una botte di ferro. La duttilità tattica di Milik consente poi a Nawalka di variare il modulo tra il 4-4-2 e il 4-2-3-1. Curiosità, ma probabilmente l’avrete già intuito: la pattuglia degli “italiani” è quella più nutrita dopo quella indigena. Sarebbero stati addirittura sette, se il talento del Verona Wszolek non si fosse fratturato una mano in allenamento.

Kamil Glik, il capitano del Torino è anche una delle colonne della Polonia

Il veterano, la stella, la scommessa

Il giocatore con più maglie biancorosse indossate è Kuba Blaszczykowski: l’esterno della Fiorentina vanta 77 presenze, due in più di Lewandowski. Nawalka lo considera pedina irrinunciabile, nonostante la stagione opaca vissuta lungo le rive dell’Arno: 15 presenze nell’ultimo campionato, di cui solo 9 da titolare. Il classe ’85 non ha rivissuto in Italia i fasti del Borussia Dortmund, ma per la nazionale polacca rimane un punto fermissimo.

Kuba Blaszczykowski, l'esterno della Fiorentina è in cerca di riscatto agli Europei

Il giocatore più rappresentativo, l’orgoglio polacco, la stella, il capitano - chiamatelo come vi pare - è senza alcun dubbio lui: Robert Lewandowski. Capocannoniere generale tra tutti i gironi di qualificazione con 13 reti, 34 gol totali in 75 apparizioni con la maglia del proprio Paese: lo score con la Nazionale parla già da solo. A livello di club, con il Bayern Monaco ha realizzato quest’anno 42 gol in 51 gettoni tra Bundesliga, DFB Pokal (entrambe vinte) e Champions League. Insieme a Luis Suarez e Gonzalo Higuain, è tra i centravanti più forti del mondo. Senza la concorrenza dei due sudamericani, lo scettro di re d’Europa (non ce ne voglia il più “universale” Ibrahimovic) è nelle sue mani.

Zbigniew Boniek e Robert Lewandowski, passato e presente della Polonia

Tra le scommesse su cui puntare, non inseriamo Arkadiusz Milik: la punta dell’Ajax, a 22 anni, è già una realtà consolidata del panorama calcistico europeo. In rampa di lancio il talento cristallino di Piotr Zielinski, pronto ormai al salto di qualità dopo essersi “laureato” a pieni voti all’università dell’Empoli. Nella rosa di Nawalka c’è però un altro genietto che potrebbe sfruttare l’Europeo per mettersi in mostra: stiamo parlando di Karol Linetty, centrocampista offensivo del Lech Poznan. Classe ’95, è già da tre stagioni in pianta stabile nel club della massima divisione polacca. Il suo valore si aggira già attorno ai 5 milioni di euro, con Manchester United e Borussia Dortmund (sempre molto attenta al vivaio polacco) alla finestra.

Arkadiusz Milik, attaccante classe '94 dell'Ajax

Il calendario

1^ giornata: Polonia-Irlanda del Nord, domenica 12 giugno, ore 18:00, Allianz Riviera, Nizza

2^ giornata: Germania-Polonia, giovedì 16 giugno, ore 21:00, Stade de France, Parigi

3^ giornata: Ucraina-Polonia, martedì 21 giugno, ore 18:00, Stade Velodrome, Marsiglia

Vota anche tu!

Euro 2016, la Polonia può ambire ad arrivare oltre gli ottavi?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.