Leicester, Huth: "Ranieri ride e scherza, ma c'è un limite da non oltrepassare"

Il difensore conosce Ranieri fin dai tempi del Chelsea e sa che il manager è disponibile allo scherzo: "È come il tuo professore preferito, ma bisogna rispettare i ruoli".

Ranieri e Huth del Leicester

1k condivisioni 4 commenti

di

Share

Aveva 17 anni, Robert Huth, quando è arrivato a Londra, passando dalle giovanili dell'Union Berlino a quelle del Chelsea. L'anno dopo fu Claudio Ranieri a farlo esordire in Premier League con la maglia dei Blues. Da allora entrambi hanno avuto una carriera di alti e bassi. Il difensore tedesco, dopo due campionati vinti a Londra con Mourinho, è passato al Middlesbrough e poi allo Stoke, prima di approdare al Leicester un anno e mezzo fa. Ill manager romano ha guidato sette squadre in 10 anni, vincendo solo una Supercoppa Uefa a Valencia, prima della Premier League con le Foxes.

Ai tempi del Chelsea, a Ranieri avevano affibbiato il soprannome un po' beffardo di Tinkerman, l'aggiustatore, quello che veniva chiamato a normalizzare situazioni difficili, squadre in crisi o nobili decadute che lui metteva a posto con pazienza certosina. Poi arrivava lo Special One di turno e mieteva i successi anche del suo lavoro. Ma adesso, giura Huth, è tutta un'altra cosa:

Tinkerman o Thinkerman, potete chiamarlo come volete. Quel che è certo è che lui ha avuto l'idea giusta per la nostra squadra in questa stagione! Ha subito individuato i nostri punti di forza e ci ha dato la giusta organizzazione, facendo pochissimi ritocchi: sì, credo che i tempi del Tinkerman siano davvero finiti.

Così è arrivato quel titolo che nessuno si aspettava. Huth è giocatore d'esperienza e avendo già vinto due volte la Premier League, sa che il successo delle Volpi, quest'anno, è diverso da ogni altro, più difficile da comprendere:

Quando sono arrivato qui, con Pearson, eravamo in fondo alla classifica, poi ci siamo salvati, ma da qui a vincere la Premier ce ne passa. Il bello di Ranieri è che lui è un po' come il tuo professore preferito a scuola, quello con cui puoi anche parlare, ridere e scherzare, ma senza confondere ruoli e tempi: quando è il momento di lavorare tu sai che bisogna tornare a essere seri. Noi lo amiamo anche per questo e sappiamo rispettare i ruoli.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.