Schmeichel, dopo il padre anche il figlio è Campione d'Inghilterra

Kasper Schmeichel eguaglia il padre Peter e conquista la Premier League. Per la seconda volta un figlio si laurea campione di Inghilterra dopo il padre. Ci erano già riusciti Ian e Shaun Wright Philips

Peter e Kaspar Schmeichel seguono l'esempio di Ian e Shaun Wright-Philips

1k condivisioni 11 commenti

di - | aggiornato

Share

Uno dei protagonisti principali del trionfo inaspettato del Leicester in Premier League è certamente il portiere Kasper Schmeichel, figlio del celebre Peter, uno che sa bene cosa significhi diventare campione di Inghilterra. L'ex calciatore, infatti, ha difeso a lungo i pali del Manchester United, con cui ha conquistato per ben cinque volte il titolo dal 2002 al 2009.

Kasper e il padre sono la seconda coppia padre-figlio a diventare entrambi campioni di Inghilterra. I primi sono stati Ian Wright e Shaun Wright-Philips: il papà trionfò con l'Arsenal nel 1998, mentre il figlio ha seguito le sue orme con il Chelsea nel 2006. 

Riuscire a eguagliare il palmares dell'ex portiere dello United non sarà facile per Kasper. Peter, infatti, in carriera ha conquistato 24 trofei: oltre ai già citati cinque titoli di Premier League, nella bacheca di Schmeichel-padre ci sono, tra gli altri, una Champions League, tre Coppe d'Inghilterra e una vittoria agli Europei con la Danimarca nel 1992.

Una consacrazione attesa da tempo

Kasper Schmeichel ha 29 anni e ormai non è più giovanissimo, ma almeno per un portiere questa può essere certamente l'età della maturità. Riuscire ad affermarsi nel grande calcio è stato tutt'altro che semplice, soprattutto con un cognome del genere.

A 20 anni, con l'ingaggio ottenuto dal Manchester City, la strada sembrava spianata, ma con il passare degli anni Schmeichel jr. si è ritrovato a dover militare nelle serie minori inglesi, fino alla League Two (la Quarta Divisione). Nonostante la situazione, il portiere dimostra di avere grande carattere e di essere in possesso di importanti qualità, oltre ad avere la fortuna di incontrare una figura determinante nel suo processo di crescita: Sven Goran Eriksson.

Lo svedese, dopo averlo voluto da giovanissimo al Manchester City, lo riporta con sé al Notts County, di cui era diventato direttore sportivo. Eriksson punta ancora su Schmeichel non appena diventa manager del Leicester City, nel periodo in cui le Foxes militavano ancora in Championship e custodivano il sogno della promozione in Premier League. Nessuno avrebbe potuto immaginare cosa gli avrebbe riservato il futuro.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.