Conor McGregor si ritira davvero? Intanto Dana White lo fa fuori da UFC 200

Ieri con un tweet Conor McGregor ha annunciato il suo ritiro, senza però indicare tempi e modalità precisi. Dana White lo ha estromesso da UFC 200

Il fighter irlandese Conor McGregor

263 condivisioni 84 commenti

di

Share

La bomba è esplosa ieri, su Twitter: Conor McGregor annuncia il suo ritiro.

Ora bisogna capire se alle parole dell'irlandese seguiranno i fatti, e quando, oppure se si tratta di una trollata dello stesso fighter. Quello che è certo, è che l'annuncio ha scatenato un vero e proprio putiferio. 

Conor McGregor (19-3 MMA, 7-1 UFC), che lo scorso marzo nella categoria welter, ha subito la prima sconfitta contro Nate Diaz, avrebbe dovuto sfidare nuovamente l'americano nel rematch fissato per UFC 200, il prossimo 9 luglio alla T-Mobile Arena di Las Vegas. Ma la rivincita non ci sarà, almeno per il momento. perché dopo il suo annuncio, Conor McGregor è stato rimosso dalla card della serata.

Queste le parole di Dana White:

Abbiamo estromesso Conor McGregor da UFC 200, e stiamo lavorando per cercare un nuovo fighter. Conor si è rifiutato di venire a Las Vegas per registrare il promo dell'evento, così come non ha voluto partecipare alle iniziative commerciali in programma. Ora è in Islanda ad allenarsi, ma questo non è possibile.

Conor McGregor annuncia il suo ritiro, Dana White lo fa fuori da UFC 200 per essersi rifiutato di presenziare agli eventi di promozione legati alla serata. C'è qualcosa che non torna: a voler pensar male si potrebbe stare a sentire chi dice che all'origine della querelle ci sia l'intenzione dell'irlandese di alzare le pretese economiche nei confronti dell'UFC. Di segno opposto l'idea che alla base ci potrebbero essere motivazioni personali, magari legate a quanto successo al fighter portoghese Joao Carvalho. Ma i tempi e i modi, lasciano intendere che probabilmente sotto c'è dell'altro.

Il mondo delle MMA e quello dell'UFC in particolare restano con il fiato sospeso: è superfluo sottolineare come l'apporto mediatico di Conor McGregor, unito a quanto fatto da Ronda Rousey negli ultimi anni, abbia giovato e non poco al'intero movimento. Perdere uno dei pezzi pregiati così, dall'oggi al domani, sarebbe un duro colpo: magari niente di irreparabile, ma comunque una battuta d'arresto a un'escalation di consensi sportivi e commerciali.

Intanto arrivano le reazioni del mondo delle arti marziali miste: come al solito non si è lasciato sfuggire l'occasione Nate Diaz

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.