Tutti i vincitori della Scarpa d'oro, il trofeo dei bomber d'Europa

Alla scoperta della Scarpa d'oro, il trofeo che premia il capocannoniere d'Europa. Come si calcola il punteggio? Tutti i vincitori, da Eusebio a Cristiano Ronaldo

Messi ringrazia i tifosi con il trofeo della Scarpa d'Oro Getty Images

0 condivisioni 0 commenti

di

Share

La Scarpa d'oro è il riconoscimento che viene assegnato al calciatore che, a fine stagione, vince la classifica virtuale dei capocannonieri d'Europa, stilata in base a un punteggio calcolato moltiplicando il numero di gol stagionali per il coefficiente di ogni Lega.

Il coefficiente Uefa delle prime cinque Leghe è uguale 2, quello dalla sesta alla ventiduesima è 1,5, per tutte le altre è 1. Attualmente, le cinque Leghe nazionali a coefficiente 2 sono quelle di Spagna(Liga), Inghilterra (Premier League), Germania (Bundesliga), Italia (Serie A) e Portogallo (Primeira Liga).

Fino alla stagione 1990-91 il premio era assegnato soltanto in base al numero di gol segnati. Fra il 1991 e il 1996, poi, il premio fu sospeso, tornò a partire dalla stagione 1996-97, ponderato però dall’introduzione del coefficiente Uefa, mirato a evitare che potessero aggiudicarselo troppo facilmente giocatori che militano in campionati di minore difficoltà e prestigio. Di seguito l'Albo della Scarpa d'oro.

Albo Scarpa d'oro: vincitori fino al 1991

  • 1967-68 Eusébio (Benfica)
  • 1968-69 Petăr Žekov (CSKA Sofia)
  • 1969-70 Gerd Müller (Bayern Monaco)
  • 1970-71 Josip Skoblar (Marsiglia)
  • 1971-72 Gerd Müller (Bayern Monaco)
  • 1972-73 Eusébio (Benfica)
  • 1973-74 Héctor Yazalde (Sporting Lisbona)
  • 1974-75 Dudu Georgescu (Dinamo Bucarest)
  • 1975-76 Sotiris Kaiafas (Omonia Nicosia)
  • 1976-77 Dudu Georgescu (Dinamo Bucarest)
  • 1977-78 Hans Krankl (Rapid Vienna)
  • 1978-79 Kees Kist (AZ Alkmaar)
  • 1979-80 Erwin Vandenbergh (Lierse)
  • 1980-81 Georgi Slavkov (Trakia Plovdiv)
  • 1981-82 Wim Kieft (Ajax)
  • 1982-83 Fernando Gomes (Porto)
  • 1983-84 Ian Rush (Liverpool)
  • 1984-85 Fernando Gomes (Porto)
  • 1985-86 Marco van Basten (Ajax)
  • 1986-87 Toni Polster (Austria Vienna)
  • 1987-88 Tanju Çolak (Galatasaray)
  • 1988-89 Dorin Mateuț (Dinamo Bucarest)
  • 1989-90 Hugo Sánchez (Real Madrid), Hristo Stoičkov (CSKA Sofia)
  • 1990-91 Darko Pančev (Stella Rossa)

Dopo il 1991, con il coefficiente Uefa

  • 1996-97 Ronaldo (Barcellona)
  • 1997-98 Nikos Machlas (Vitesse)
  • 1998-99 Jardel (Porto)
  • 1999-00 Kevin Phillips (Sunderland)
  • 2000-01 Henrik Larsson (Celtic)
  • 2001-02 Jardel (Sporting Lisbona)
  • 2002-03 Roy Makaay (Deportivo La Coruña)
  • 2003-04 Thierry Henry (Arsenal)
  • 2004-05 Thierry Henry (Arsenal), Diego Forlán (Villarreal)
  • 2005-06 Luca Toni (Fiorentina)
  • 2006-07 Francesco Totti (Roma)
  • 2007-08 Cristiano Ronaldo (Manchester United)
  • 2008-09 Diego Forlán (Atlético Madrid)
  • 2009-10 Lionel Messi (Barcellona)
  • 2010-11 Cristiano Ronaldo (Real Madrid)
  • 2011-12 Lionel Messi (Barcellona)
  • 2012-13 Lionel Messi (Barcellona)
  • 2013-14 Cristiano Ronaldo (Real Madrid), Luis Suárez (Liverpool)
  • 2014-15 Cristiano Ronaldo (Real Madrid)
  • 2015-16 Luis Suárez (Barcellona)
  • 2016-17 Lionel Messi (Barcellona)

I plurivincitori del trofeo

Sono dieci i giocatori il cui nome figura più di una volta nell'Albo della Scarpa d'Oro: in testa, con quattro successi a testa, Cristiano Ronaldo e Lionel Messi.

  • 4 Cristiano Ronaldo (2008, 2011, 2014, 2015)
  • 4 Lionel Messi (2010, 2012, 2013, 2071)
  • 2 Eusébio (1968, 1973)
  • 2 Gerd Müller (1970, 1972)
  • 2 Dudu Georgescu (1975, 1977)
  • 2 Fernando Gomes (1983, 1985)
  • 2 Jardel (1999, 2002)
  • 2 Thierry Henry (2004, 2005)
  • 2 Diego Forlán (2005, 2009)
  • 2 Luis Suárez (2014, 2016)

Le curiosità

  • Darko Pancev vinse il trofeo nella stagione 1990-91, segnando 34 reti nella Stella Rossa Belgrado, ma il premio gli fu consegnato ufficialmente solamente nel 2006, a causa di una controversia insorta con Cipro che sosteneva che un suo giocatore avesse segnato 40 gol, anche se la classifica ufficiale gliene assegnava 19. Anche in seguito a quella vicenda, la competizione fu sospesa per cinque edizioni e fu poi introdotta la ponderazione del coefficiente Uefa.
  • Nella stagione 1986-87, Rodion Camataru della Dinamo Bucarest risultò primo con 44 reti, ma il riconoscimento andò a Toni Polster dell’Austria Vienna, autore di 39 gol, perché a carico del giocatore romeno furono accertate alcune irregolarità in sei partite di campionato, nelle quali era arrivato a segnare 18 gol.
  • I giocatori portoghesi sono quelli che si sono aggiudicati il maggior numero di edizioni della Scarpa d’oro, 8. Quattro volte con Cristiano Ronaldo e due ciascuna con Eusebio e Fernando Gomes. L’Italia è all’ottavo posto con due, Luca Toni e Francesco Totti.
  • Nella classifica per club, il Barcellona è in vetta con 6 successi.
  • La Spagna è in testa nella classifica per nazionalità del club, con 13 vincitori, ma nessun giocatore spagnolo ha mai vinto la Scarpa d’oro.
  • 11 volte la Scarpa d’oro è andata a un giocatore non europeo: 5 volte a un argentino (Messi 4, Yazalde 1), 3 volte a un brasiliano (Jardel 2, Ronaldo 1) e a un uruguaiano (Forlan 2, Suarez 1), e una a un messicano, Hugo Sanchez.
  • Esiste anche un altro trofeo con nome simile: si tratta della Scarpa d’oro Adidas che, a partire dal 1982, viene assegnato al capocannoniere della fase finale dei Mondiali di calcio. Quell’anno lo vinse Paolo Rossi. Solo un altro italiano è riuscito ad aggiudicarselo dopo Pablito: fu Totò Schillaci nel 1990.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.