Benzema, in Liga media gol da urlo, ma contro il Barça...

In Liga l'attaccante francese è incredibile: 0,95 di media gol, andando a segno 20 volte. Ma contro il Barcellona sono più i dolori che le gioie.

47 condivisioni 0 commenti

di

Share

Occhio a Karim Benzema. Il centravanti francese non scherza in quanto a media realizzativa quest'anno: il Barcellona è avvisato. Forte, tecnico e goleador, fino a adesso Benzema ha mostrato tutto questo.

I numeri di Benzema nella stagione 2015/16: bomber vero

In questa stagione il 9 del Real ha collezionato in Liga 21 presenze segnando 20 gol: media incredibile di 0,95 reti ogni gara. Una vera prima punta, rapace d'area di rigore e non solo. Il suo servizio alla squadra non manca mai e lo dimostrano i suoi quattro assist nel campionato spagnolo (da quando è al Real 90 volte si è trasformato in assistman).

Pur rallentato un po' dagli infortuni (prima la coscia, poi la schiena), ha fatto impazzire quasi tutte le difese avversarie. Doppiette decisive contro Athletic Bilbao, Getafe, Deportivo La Coruna e Sporting Gijon. Una tripletta con assist, invece, nel roboante 10-2 che il Real Madrid rifilò al Rayo Vallecano nel dicembre scorso, sotto gli occhi meravigliati dei migliaia tifosi blancos. A segno anche nella bollente sfida del Vicente Calderon contro L'Atletico del Cholo Simeone.

In Champions League il rendimento è spaventoso. In cinque presenze ha timbrato il cartellino quattro volte (un gol allo Shakhtar e ben tre al Malmoe nell'8-0 finale), portando la sua media gol a 0,80.

In generale, tra coppa e Liga è stato schierato 24 volte da punta centrale... e come è andata? Be', ha sempre fatto centro. Un vero bomber, non a caso da quando veste la camiseta blanca ha esultato 158 volte in 307 apparizioni.

I precedenti nel Clasico: bilancio negativo

Di Real Madrid-Barcellona ne ha giocati Benzema, eccome se ne ha giocati. Dalla stagione 2009/10, anno del suo trasferimento dal Lione, è sceso in campo contro i catalani 25 volte, un veterano del match. Però ne ha portati a casa solo sette, pareggiando in sei occasioni e perdendone la bellezza di dodici. La sua media gol non mette paura a Messi e compagni: 0,28 gol ogni Clasico. Quando vede blaugrana sembra quasi che non riesca più a essere se stesso. 

Barça fatale in più di un'occasione. La Champions League sfumata nel 2011, con una sconfitta nella semifinale di andata (2-0, doppietta di Messi) e pareggio in quella di ritorno 1-1. Nella stagione 2011/12, addio ai quarti alla Copa del Rey (2-1 per il Barcellona all'andata e 2-2 il ritorno) e alla Supercopa (non bastarono un suo gol e due assist tra andata e ritorno).

Si è consolato con la conquista della Supercoppa di Spagna dell'agosto 2012 e della Coppa del Re 2013/14, contribuendo in quest'ultima sfida con un assist vincente per il gol di Angel Di Maria. Senza dimenticare che l'anno dopo il suo arrivo a Madrid, aveva già alzato la Coppa del Re, ma era rimasto panchina (1-0, Ronaldo).

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.