Storia e tradizioni: Nord Ovest e Midlands

Continua il viaggio alla scoperta dei soprannomi e delle curiosità dei club più titolati e popolari d'Inghilterra

Tutti i simboli dei club inglesi professionistici

339 condivisioni 17 commenti

di

Share

Un'altra tappa: siamo tra le Midlands (Orientali e Occidentali) e il Nord Ovest dell'Inghilterra.

Stoke City - The Potters

Siamo nella piovosa e ventosa Stoke-on-Trent. Fondato nel 1863, lo Stoke City nella sua storia è riuscito a vincere soltanto una League Cup (1971-1972) e a raggiungere una finale di FA Cup (2010-2011). Il soprannome della società è The Potters, ovvero i lavoratori di ceramica. Lpottery sono le industrie di ceramica, e da qui la società prende fieramente il proprio nickname, che viene sbandierato orgogliosamente dal club anche nello stemma ufficiale della squadra.

Leicester City - The Foxes

La capolista della Premier League ha una storia più che centenaria, iniziata nel 1884. Nonostante tutto questo tempo, i trofei nella sua bacheca sono però soltanto quattro: 3 Coppe di Lega e 1 Charity Shield. Il soprannome The Foxes, ovvero le Volpi, è stato in realtà inserito nello stemma del club soltanto nel 1948. La zona del Leicestershire è conosciuta come la più ricca di volpi di tutta l'Inghilterra e da queste parti la caccia è uno sport molto diffuso. Ecco spiegata l'origine del nickname della squadra guidata da Claudio Ranieri.

Derby County - The Rams

Un altro storico club del panorama calcistico inglese. Il suo nome è legato, come i rivali del Nottingham Forest, a quello di Brian Clough. Nel 1967, dopo aver preso l’incarico con la squadra tra le sfavorite in Championship, Clough portò il Derby County alla promozione in Prima Divisione nel 1969 e alla vittoria del titolo nel 1972. Particolare anche la successiva campagna in Europa, che vide i bianconeri eliminati dalla Juventus solo in semifinale. Il soprannome del club è The Rams, ovvero gli Arieti. L’animale, presente in tuta la contea, è da sempre un simbolo del Derbyshire.

Aston Villa - The Villans

Tra i club più famosi e vincenti del panorama calcistico inglese. Ben 7 campionati, 7 FA Cup, 1 Charity Shield, 5 League Cup e 1 Coppa dei Campioni. L'Aston Villa, nonostante una pessima stagione che lo sta trascinando verso la Championship, è una delle squadre d'oltremanica più seguite. La sua storia è antichissima: era il marzo del 1874 quando un gruppo di appartenenti al Villa Cross Wesleyan Chapel decise di dare una squadra di calcio alla città di Birmingham. Il Villa Cross, dal quale la società prende il nome, era inizialmente un incrocio di tre vie situate poco a nord del centro cittadino e che poi diventò sede di uno storico pub. Il soprannome Villans, deriva dal nome stesso del club, e stava a indicare gli appartenenti al Villa Club. Altro nomignolo che viene dato alla società delle West Midlands è The Lions, ovvero i Leoni: l'animale viene ripreso anche al centro dello stemma ufficiale. 

Birmingham City - The Bluenoses

Pur non potendo vantare lo stesso palmares dei rivali cittadini dell’Aston Villa, il Birmingham City ha una grande tradizione, con la vittoria di due coppe di Lega (l’ultima nel 2011 contro l’Arsenal, con il goal di Oba Oba Martins a pochi minuti dal termine, che ha permesso al club l’anno successivo di partecipare all’Europa League pur militando in Championship), e due finale di Coppe delle Fiere perse negli anni ’60. Dal 2012 i Blues, soprannome dovuto ovviamente alle magliette blu della squadra, militano in Championship. Non hanno particolari ambizioni di classifica, ma il probabile derby contro l’Aston Villa dell'anno prossimo è un incentivo non da poco dalle parti di Saint Andrews. Soprattutto per i Bluenoses, nomignolo utilizzato in origine proprio dai tifosi dei Villans in maniera denigratoria verso quelli del City, ma da molti anni ormai diventato comune anche tra i sostenitori della squadra in blu

Nottingham Forest

Un club per sempre legato a un solo nome: il leggendario Brian Clough, l’uomo che in sole tre stagioni portò il suo Forest dalla seconda divisione fino ad un clamoroso titolo e a un ancora più incredibile doppio successo in Coppa Campioni, con le vittorie in finale contro Malmoe e Amburgo. Quattro League Cup, e due FA Cup (conquistate però in epoche antecedenti a quella di Clough) completano la bacheca di uno dei club più vincenti in Europa del panorama calcistico inglese, ma che da ormai 15 anni non calpesta più i palcoscenici della Premier League, con addirittura qualche breve apparizione (nel 2006) in League 1. Una società che esiste dal 1865, con le sue maglie “rosso Garibaldi” (così come deciso dal comitato che formò il club, in onore di Giuseppe Garibaldi e delle sue imprese). Il nome Forest deriva dal Forest Recreation Ground, il campo dove il Nottingham giocò le prime gare della sua storia.

Notts County- The Magpies

ll club professionistico più antico al mondo, con 154 anni ininterrotti di attività, ora in League Two ma estremamente popolare anche in Italia, per via del suo storico legame con la Juventus. Proprio il Notts County nel 1903 donò, grazie all'intercessione del giocatore inglese John Savage, le caratteristiche magliette a strisce orizzontali alla squadra di Torino: fu così che la Juventus diventò bianconera. Il Notts County fu uno dei club fondatori della Football League, vinse la FA Cup nel 1894 ed era estremamente popolare a cavallo tra la fine del XIX secolo e l’inizio del XX, ma da lì è iniziato un declino che lo ha visto scivolare progressivamente verso la Division 3 (attuale League Two), con qualche parentesi anche in Division 1. Il soprannome del club è i Magpies, ossia le gazze, uccellino che con il suo manto tradizionalmente bianco e nero è quello che più si avvicina ai colori sociali del club. County deriva, come in molti altri casi, dall’idea di rappresentare non solo la città, ma tutta la contea. 

Le altre

Il Burton Albion, capolista in League 1 e avviato verso una storica promozione in Championship, può vantare un nickname molto originale: the Brewers, i Birrai: nella città si concentra circa il 30% della produzione di birra dell’intero Regno Unito. Il secondo club di Stoke, ossia il Port Vale, popolare per essere la squadra per cui tifa il cantante Robbie Williams, è conosciuto come i Valiants, mentre restando in Football League troviamo a Mansfield gli Stags, i Cervi.

A Chesterfield troviamo gli Spireites, nomignolo molto particolare dovuto alla celebre cattedrale della città con la guglia appuntita verso l’alto. Scendendo nella riserva infinita di curiosità della Non League, a Tamworth ci sono i Lambs, gli Agnelli, nome che deriva dal vecchio pub che sorge in prossimità del terreno di gioco. A Kidderminster troviamo i Carpetmen, vista la grande tradizione della città nella produzione di tappeti, mentre a Kettering troviamo i Poppies, i papaveri: lo stadio infatti sorge su quello che era un antico campo di papaveri

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.