Barcellona e Real Madrid: i 10 giocatori simbolo del Clasico

Gol, esultanze, vittorie, emozioni, odio e amore: questo è il Clasico e questi sono dieci campioni entrati nella storia della partita più importante di Spagna.

0 condivisioni 0 commenti

Share

Sabato 23 dicembre alle ore 13 al Bernabeu andrà in scena El Clasico. Dal primo, giocato a Madrid nel 1902 in Coppa di Spagna e vinto dal Barcellona 1-3, all’ultimo del Camp Nou terminato 1-1, sono tante le immagini che si sovrappongono e tantissimi i giocatori che hanno legato la loro storia a questa partita. Trovare 10 protagonisti in mezzo a una quantità enorme di campioni che hanno giocato questa partita è davvero difficile ma ci proviamo. Un protagonista sicuro è stato, è e sarà, Lionel Messi, il primo della nostra Top 10.

Lionel Messi

L’argentino è già il marcatore più prolifico della storia del Clasico con 21 reti. Il conto dunque è aperto. L’istantanea più forte, recente e pesante è la doppietta nella semifinale di Champions del 2011 ma ce n’è una forse fondamentale.  La tripletta che l’allora diciannovenne mise a segno al Camp Nou in un Clasico del 2007 terminato 3 a 3. Messi era reduce da un infortunio e da 20 giornate non faceva gol, e la tifoseria blaugrana temeva che non tornasse più ai suoi livelli: si sbagliava.

Leo Messi esulta dopo una rete nel Clasico

Cristiano Ronaldo

L’eterno duello con Messi si gioca anche nel Clasico. Cristiano Ronaldo, stella del Real Madrid, ha segnato meno dell’argentino, 16 reti. Destro, sinistro, di testa e soprattutto su calcio di rigore i suoi precedenti gol in questo match speciale. Tante trasformazioni dal dischetto per CR7, che ha sempre mostrato freddezza nel "matare" il Barça anche quando l’intero stadio ti fischia.

Il giocatore del Real Madrid Cristiano Ronaldo

Ronaldinho

La partita era Madrid-Barça e quel il 19 novembre 2005 è stato leggendario. Ronaldinho applaudito con una standing ovation dai tifosi del Real Madrid al Bernabéu, nonostante l'attaccante brasiliano avesse segnato il suo secondo straordinario gol della giornata per il 3-0 Barça. El Clasico era il palcoscenico ideale per i numeri da giocoliere del brasiliano. 

Riscaldamento di Ronaldinho, stella del Barcellona

Johan Cruijff

L'olandese partecipò al leggendario 5-0 del Barça al Santiago Bernabéu. L’unica manita del Barcellona al Bernabeu porta anche la firma di Johan Cruijff: dell’olandese il secondo gol della partita con un doppio dribbling sullo stretto e sinistro secco a battere García. Fu la prima rete dell’olandese in un Clasico, per di più era il suo primo Clasico: era il 17 Febbraio 1974.

Foro di gruppo del Barcellona ai tempi di Johan Cruijff

Raul

Uno-due nello stretto con Michael Laudrup, scatto a perforare la difesa avversaria, tocco sotto col sinistro sull’uscita del portiere. Così un diciottenne Raúl González Blanco segnò il suo primo gol in un Clasico, facendo intuire ai catalani che non si sarebbe fermato lì. Ne sarebbero arrivati altri 14 prima dell’addio alla sua squadra del cuore.

Raul Gonzales Blanco con la camiseta blanca

Ronaldo

Era il 1 aprile 2006 e fu un bel pesce d’aprile. Scatto in profondità e tocco sotto a beffare Victor Valdes. Il più bel gol del Fenomeno in un Clasico vale il pareggio del Real al Camp Nou, dopo che Ronaldinho su rigore aveva portato in vantaggio il Barcellona. Fa parte della lista dei giocatori che hanno militato sui due fronti, ma il Fenomeno sarà sempre più madridista che "barcelonista", nonostante la straordinaria stagione 1996/97 in maglia blaugrana (34 gol in 37 partite). A Madrid giocò per cinque anni e regalò sprazzi di classe pura.

Ronaldo in azione nel Clasico con la maglia del Real Madrid

Luis Figo

Passa alla storia del Clasico più per la rabbia che scatenò nei tifosi del Barcellona, che per le prestazioni in campo. Nell’estate del 2000 si era consumato un trasferimento di mercato inaccettabile per il popolo “barcelonista”: quello di Luis Figo al Real Madrid per 62 milioni di euro. Figo aveva detto: “A Barcellona ho passato cinque anni meravigliosi. Ho cambiato per guadagnare di più, in tutti i sensi: prestigio, titoli e denaro. E ci sono riuscito”. Un Clasico del 2002 fu interrotto per il lancio di oggetti nei suoi confronti e con una testa di maiale in campo. La spiegazione di tutto ciò è nella risposta dei tifosi a Figo: “Judas, traidor, mercenario, los que antes te quisimos, siempre te odiaremos”. Tanto quanto ti abbiamo amato, sempre ti odieremo.

Luis Figo in un Clasico del 2002 passato alla storia per la testa di maiale in campo

Alfredo Di Stefano

Ci mancò poco che la bandiera del Real Madrid potesse finire al Barcellona. Le controversie sul suo arrivo in Europa furono causa di contrasti fra Real e Barça che continuarono finché la Saeta Rubia non scelse i Blancos con i quali segnò subito due reti ai catalani nel primo Clasico giocato. Al termine della sua militanza con la camiseta blanca furono 18 i gol rifilati al Barcellona.

La leggenda del Real Madrid, Alfredo di Stefano

Hugo Sanchez

Dieci reti per Il messicano che aveva tutte le caratteristiche per essere un calciatore odiato dai catalani. Le sue esultanze acrobatiche quanto provocatorie dopo i gol, e i controversi gesti verso gli spalti non lo hanno aiutato a migliorare la sua immagine a Barcellona. Hugo seguiva il suo istinto e il rispetto dei tifosi del Barcellona, forse, non gli interessava.

Il messicano Hugo Sanchez durante un Clasico

Ferenc Puskas

Probabilmente la sua memoria sfuma negli anni e nella contemporaneità con un fenomeno come Di Stefano, così come le sue 14 reti nel Clasico. L’ungherese però è lo straniero più lontano per cultura dalla Spagna he meglio ha compreso Madrid, e che più è stato amato negli 8 anni in camiseta blanca.

L'attaccante magiaro del Real Ferenc Puskas

Francisco Gento

Anche lui ha segnato 14 volte nel Clasico, che in campionato lo ha giocato 31 volte e vinto 17: il madridista più vincente. Qualche tempo fa, prima di un Real–Barça disse: “Devi batterli per godere di più”. Le 84 primavere non hanno ancora spento in lui la storica rivalità.

Francisco Gento all'ingresso in campo scruta gli avversari

L'appuntamento con El Clasico su FOX Sports

Real Madrid - Barcellona in diretta e in esclusiva su FOX Sports sabato 23 dicembre alle ore 13.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.