EURO 2016: partite a porte chiuse? Abete: "Rischio concreto"

Dopo gli attentati di Bruxelles ritorna la paura. Il vicepresidente della UEFA: "Non ci fermiamo".

Immagine di uno degli stadi per l'Europeo

87 condivisioni 1 commento

di

Share

Prima Parigi, poi Bruxelles. L’Europa, e il calcio europeo, hanno i brividi. Da Charlie Hebdo al Bataclan, passando per l’aereoporto di Zaventem e la fermata metro di Maalbeek. In mezzo le immagini dei tifosi sul prato verde dello Stade de France durante l’amichevole tra Francia e Germania. Gli Europei avranno inizio il 10 giugno prossimo, la paura è tantissima.

Le partite di Euro 2016 si giocheranno, ma qualcuna potrebbe disputarsi a porte chiuse. L’Italia giocherà con il Belgio, ognuno dovrà fare il suo. Come dirigenti sportivi dobbiamo continuare a lavorare con fiducia e preoccupazione, capendo che sono battaglie che si vincono solo mantenendo uno spirito positivo. Se guardiamo indietro, gli ultimi due Mondiali in Sudafrica e in Brasile erano a rischio incidenti e tensioni sociali. Lo sport purtroppo deve convivere con questi aspetti.
Parla così Giancarlo Abete, vicepresidente della UEFA ai microfoni di Radio 24. Pazienza se lo spettacolo ne risentirà, ma vietare al pubblico certe partite considerate a rischio, ad oggi sembra la soluzione più efficace. E la Francia di certo non si tira indietro. Il ministro dell’Interno francese, Bernard Cazenueve, rilancia la competizione calcistica riconoscendo l’alto rischio:
Non cederemo al terrore, l’Europeo si farà.
Le misure di sicurezza avranno già un banco di prova importante il prossimo 29 marzo, quando allo Stade de France la squadra di Deschamps ospiterà la Russia. Il presidente della Federcalcio francese, Graet, vuole rassicurare tutti:
Gli Europei della prossima estate non sono in pericolo. La sicurezza sarà davvero esemplare.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.