Buffon: lettera d'amore... alla porta

Dopo aver battuto il record di Sebastiano Rossi, Gigi Buffon ha scritto una straordinaria lettera all’amica fedele, difesa fin dalla tenera età.

Il portiere della Juventus, Gigi Buffon

128 condivisioni 8 commenti

di

Share

La storia calcistica di Buffon è iniziata come quella di tanti ragazzini: rincorrendo un pallone. Non tutti sono diventati o diventeranno, calciatori professionisti ma il sogno che li accomuna è sempre lo stesso: calcare l’erba degli stadi più famosi, magari difendendo i colori della squadra del cuore.

Quasi mai il sogno si realizza, ma anche così il sogno continua lo stesso perché questo è il bello del calcio da qualsiasi parte ci si trovi: in mezzo al campo (anche quando in realtà è una strada con gli zaini a fare da porta), sugli spalti o davanti alla TV. Il calcio diverte, regala gioia e anche dolore, un po’ come la vita.

Ogni generazione ha i suoi idoli, dei modelli cui ispirarsi: Pelé, Riva, Maradona, Baggio, o nei tempi più recenti, Cristiano Ronaldo, Messi e Buffon. E ovviamente anche Gigi aveva il suo di idolo, il camerunense Thomas N’Kono. 

Di Buffon – l’uomo dei record - sappiamo tutto o quasi. Ignoravamo, però, la sua vena romantica che emerge nella lettera pubblicata ieri sera sul profilo Facebook. Poche ma sentite righe che narrano di un ragazzino e del giorno in cui divenne eroico guardiano della porta. Buffon ricorda quel momento, quando tutto ebbe inizio.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.