Getafe-Eibar 1-1, i madrileni non riescono più a vincere

La squadra di casa va subito in vantaggio e resiste alla pressione dell'Eibar solo fino a tre minuti dal termine, quando Borja Baston trova il pareggio.

0 condivisioni 0 commenti

di

Share

Se c'era una squadra che aveva bisogno di vincere, nell'anticipo della Liga di ieri sera, era sicuramente il Getafe, un punto negli ultimi nove match e una classifica che comincia a farsi pericolosa. Non che l'Eibar stia vivendo un momento dorato, ma i punti accumulati nella prima fase della Liga consentono ai baschi di dormire sonni più tranquilli.

Primo tempo

Conscio della propria situazione, il Getafe parte all'arrembaggio. È il terzo minuto quando Vazquez corre sulla destra, mette in area, ma Scepovic non riesce a far di meglio che consegnare la palla fra le mani di Riesgo. Trascorrono solo quattro minuti e Sarabia batte una punizione dalla tre quarti sinistra verso il secondo palo, dove c'è acquattato Velazquez, che indisturbato insacca sotto la traversa. L'Eibar si scuote e va in avanti con Juncà che, da sinistra, la mette in area per Borja Baston che controlla, si defila e lascia partire un diagonale che attraversa tutto lo specchio della porta ed esce a fil di palo. L'occasione dà coraggio agli ospiti che ci provano subito dopo ancora con Baston, ma Guaita para. Al 38' è di nuovo Borja Baston a rendersi pericoloso, ma il suo colpo di testa va alto di poco.

Il Getafe non riesce più a vincere

Secondo tempo

Mendilibar, negli spogliatoi, incita i suoi a continuare a premere, e si vede. Al 52' hanno due occasioni: prima Inui si vede respingere la conclusione, ma riprende Adrian che serve Keko, il cui tiro, però, è preda di Guaita. Palo per il Getafe al 61', lo colpisce Vazquez servito da Sarabia, ma da lì in poi è monologo Eibar, che spinge a tutta. Al 68' Inui pareggia il conto dei pali e, dopo vari assalti, all'87' mette lo zampino anche nel pareggio del conto delle reti: entra in area da sinistra, rientra leggermente e regala una palla d'oro a Borja Baston che di tacco insacca il gol che vale l'1-1. Il Getafe è alle corde e l'Eibar ci prova ancora al 90' con l'inarrestabile Baston e con Sergi Enrich, ma il risultato non cambia.

Il tecnico dell'Eibar, Mendilibar

L'Eibar ha dato segni di risveglio e, se la zona coppe europee è ormai irraggiungibile, ha dimostrato che potrà comunque togliersi altre soddisfazioni prima della fine del campionato. Diverso il discorso per il Getafe, apparso pauroso e demotivato: un punto sulla terzultima, con una partita in più, non è margine che possa far dormire sonni tranquilli a Escribà.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.