Ranieri e il lato aggressivo che non ti aspetti

Okazaki rivela: "Dopo il primo tempo con il Newcastle, da quanto era arrabbiato, ha rotto un phon nello spogliatoio".

I giocatori del Leicester festeggiano la rete del vantaggio di Okazaki contro il Newcastle

1 condivisione 0 commenti

di

Share

Avete presente il buon Claudio Ranieri, quello sempre felice anche dopo una sconfitta, quello delle conferenze stampa piacevoli e divertenti? Ecco, dimenticatevelo. Quando non è davanti alle telecamere si trasforma, nel vero senso della parola. All'intervallo della partita contro il Newcastle, secondo quanto ha rivelato Okazaki, l'allenatore italiano era talmente arrabbiato del gioco espresso dalla sua squadra che tra una cosa e l'altra ha rotto un phon scagliandolo a terra.

La maggior parte del tempo sorride ma negli spogliatoi era davvero arrabbiato. Fortunatamente non ha lanciato nulla in aria altrimenti avremmo rischiato anche noi. La partita era particolare, loro arrivavano da un brutto periodo e avevano appena cambiato allenatore, mentre noi dovevamo reggere la pressione delle inseguitrici. Alla fine abbiamo vinto ed è importante quello

Con 5 punti sul Tottenham e addirittura 11 sull'Arsenal (che ha comunque una gara da recuperare) le Foxes possono concedersi il lusso di un passo falso da qui al termine della stagione. Ma in questo campionato, mai dare nulla per scontato. Le squadre in lotta per la retrocessione e quelle che si giocano un posto nella prossima stagione europea hanno il dente avvelenato e non lasceranno facilmente punti per strada. 

Noi siamo sereni e continuiamo a lavorare sodo. Forse vedere il mister cosi arrabbiato a volte ci aiuta e ci sprona. Vardy e Mahrez ridono e scherzano sempre, la pressione c'è ma non è tanta quanta ne parlano i giornali. Io l'inglese non lo capisco proprio benissimo, tante volte quando mi dicono qualcosa e poi ridono, lo faccio anche io per farli contenti, anche se in realtà non ho capito nulla. 

Così ha concluso l'intervista Okazaki, il goleador del Monday Night. Il suo apporto in questo finale di stagione è stato davvero fondamentale: dovrà continuare a esserlo fino al 15 di maggio. 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.