Premier League e FA Cup: che weekend!

Il campionato conferma la corsa a due di Leicester e Tottenham, la FA Cup ha vissuto tanti colpi di scena: ecco cosa ci lascia in eredità il weekend di calcio d'oltremanica

70 condivisioni 0 commenti

di

Share

Claudio Ranieri non ci pensa due volte a rovinare il ritorno in Premier League di Rafa Benitez: il suo Leicester City, nonostante una prestazione non brillante, vince 1-0 sul Newcastle e mantiene le distanze di sicurezza dal Tottenham in vetta alla classifica. Vince anche il Tottenham senza particolari problemi sul campo dell'ormai retrocesso Aston Villa. In FA Cup tanti colpi di scena, spicca l'eliminazione dell'Arsenal per mano del Watford. Ecco cosa ci insegna questo weekend di calcio inglese.

1) Ciao e grazie, Wenger

Tre sconfitte casalinghe per la prima volta dal 2002. L'Arsenal nel giro di due settimane ha buttato un'intera stagione, perdendo in casa con il Barcellona, in campionato contro lo Swansea e in FA Cup contro il Watford. Tre stop che hanno (quasi) eliminato i Gunners da due competizioni e compromesso irrimediabilmente la corsa al titolo (ora i punti dal Leicester sono 11). Wenger non ha più scusanti e dopo l'ennesima stagione fallimentare, i tifosi chiedono spiegazioni. Che sia arrivato il momento di lasciare Londra? 

2) Lukaku si prende la rivincita

Lui dichiara che non era ossessionato da dover dimostrare qualcosa al Chelsea, ma siamo certi che dopo il brutto divorzio dai Blues qualche anno fa, il belga avesse qualche sassolino dalla scarpa da togliersi. Ci ha pensato sabato, realizzando una meravigliosa doppietta, con la quale i Toffees hanno eliminato Diego Costa e compagni, regalandosi le semifinali di FA Cup.

3) Kane è più prolifico dell'Aston Villa

La bella vittoria in campionato, dopo la batosta tedesca contro il Borussia Dortmund, ha definitivamente chiarito le cose: gli Spurs puntano dritti al titolo. E lo possono fare anche grazie alla splendida forma di Harry Kane, autore di 18 gol nelle ultime 21 apparizioni: 2 in più di quanti non ne abbia fatti l'Aston Villa nello stesso periodo

4) Pellè torna al gol

Dopo 855 minuti di digiuno, per un totale di quattro mesi e mezzo, l'attaccante italiano in forza al Southampton, ritrova la via del gol non una ma ben due volte. Sua infatti la doppietta con la quale i Saints vincono per 1-2 in casa dello Stoke City. E lui torna a sperare per un posto a Euro 2016.

5) Bournemouth salvo

Le Cherries, alla loro prima apparizione storica in Premier League, riescono nell'impresa di salvarsi e pure con largo anticipo. Terza vittoria consecutiva (3-2 allo Swansea) e una classifica che sorride: i punti sulla zona retrocessione sono 13, un gap abbastanza ampio per giocare in tranquillità il finale di stagione.  

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.