Bayern Monaco-Werder Brema: Guardiola chiede concentrazione

Normalmente sarebbe un match a senso unico, ma il Werder arriva da due vittorie sonanti e il Bayern è in emergenza difensiva. Il tecnico catalano: "Non pensiamo alla Juve".

Bayern-Werder

0 condivisioni 0 commenti

di

Share

Bayern 63 punti, Werder 27, i numeri parlano chiaro e nel calcio contano, eccome. Ma non sempre, almeno nel calcio, i numeri sono scienza. Basta scavare e provare a interpretarli. Negli ultimi due match di Bundesliga, per esempio, i bavaresi hanno totalizzato solo un punto, segnando la miseria - per loro - di un gol, nella sconfitta casalinga contro il Mainz. Il Werder, all'opposto ha vinto entrambe le ultime gare per 4-1, andando a battere il Bayer a Leverkusen e regolando l'Hannover sul proprio terreno. Guardiola, poi, non vuole nemmeno sentirne parlare, ma in settimana i bavaresi giocheranno il ritorno dell'ottavo di finale di Champions contro la Juventus e, pur partendo leggermente favoriti dopo il 2-2 di Torino, c'è il rischio di un calo di concentrazione questa sera nel ventiseiesimo turno di Bundesliga.

In questo momento dobbiamo essere concentrati sulla partita contro il Werder Brema. Alla Champions penseremo soltanto da domenica mattina

è il Guardiola-pensiero, ma i problemi di formazione, soprattutto in difesa, non potranno non avere un qualche peso nelle scelte del tecnico catalano, che deve ancora fare a meno di Badstuber, Boateng e Javi Martinez e nel match di oggi alle 18.45, probabilmente, terrà ancora in panchina, almeno in partenza, Benatia. L'ex romanista non ha ancora i 90 minuti nelle gambe e potrebbe subentrare a partita in corso.

Mehdi Benatia potrebbe subentrare a partita in corso

Se Atene piange, Sparta non ride: per buona sorte dei bavaresi, infatti, anche il Werder ha i suoi problemi. Alle squalifiche di Fritz e Junuzovic, vanno aggiunte le indisponibilità di Bartels, Bargfrede e Johansson, oltre a quella dell'ultimo momento del grande ex, Claudio Pizarro, fermato a poche ore dal match da un problema muscolare. Il peruviano, a quasi 38 anni, sta vivendo una seconda giovinezza a Brema, dove, nel solo girone di ritorno ha già segnato nove reti, una in più di Lewandowski.

Sarà bellissimo tornare a giocare all'Allianz Arena e incontrare di nuovo i tifosi e gli ex compagni di squadra

aveva detto in settimana Pizarro, che nel Bayern ha militato, in due volte, per nove stagioni, fino all'estate scorsa. Con il suo apporto, quello del Werder risulta addirittura il miglior attacco del girone di ritorno: 18 gol, contro i 17 realizzati nell'intera prima parte di stagione.

Pizarro ha segnato nove dei diciotto gol del Werder nel girone di ritorno

Le probabili formazioni:

Bayern Monaco: Neuer, Lahm, Kimmich, Alaba, Bernat, Xabi Alonso, Robben, Müller, Alcantara, Ribery, Lewandowski. All. Guardiola

Werder Brema: Wiedwald, Gebre Selassie, Vestergaard, Djilobodji, S. Garcia, Grillitsch, Öztunali, Veljkovic, S. Yatabare, Kleinheisler, Ujah. All. Skripnik

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.