Il West Ham sulle ali dell'entusiasmo: "Adesso vogliamo il massimo"

Il tecnico Bilic predica calma, ma invita gli Hammers ad affrontare le prossime gare come fossero una finale. E a proposito di finale, Ogbonna vuole quella di FA Cup.

West Ham

141 condivisioni 8 commenti

di

Share

Quinto posto in Premier League, a un punto dal Manchester City degli sceicchi - quarto ma con una partita da recuperare - e a tre dall'Arsenal: chi avrebbe potuto pronosticare in estate gli Hammers così in alto a nove gare dal termine? Ma questa è la Premier delle sorprese, dove le Grandi Designate annaspano, il Leicester chiede strada per il titolo e il West Ham si ritrova in corsa per un posto in Champions, davanti a squadre come Manchester United, Liverpool e Chelsea.

Bilic incita i suoi alla rimonta contro l'Everton

Il tecnico dei londinesi, Slaven Bilic, all'indomani della vittoria sul Tottenham, due turni fa, aveva predicato calma, negando che i suoi pensassero alla Champions, ma dopo la stupenda rimonta coronata dal successo in casa dell'Everton si è sbilanciato un po' di più

Pensiamo a una partita alla volta, ma ho detto ai ragazzi che dobbiamo considerare ognuno dei prossimi match come una finale di coppa

Un po' come dire "adesso puntiamo al massimo", insomma, ed è giusto così. Ma quale può essere il massimo quest'anno per il West Ham? Con questa classifica, e a questo punto della stagione, un posto in Champions non è una chimera, soprattutto se chi è davanti continuerà a balbettare. Ma c'è un altro obiettivo che gli Hammers possono centrare, come ha svelato Angelo Ogbonna

Quando ho segnato il gol della vittoria in FA Cup contro il Liverpool ho vissuto un momento indimenticabile. In questo weekend affrontiamo il quarto di finale di Coppa contro lo United, ne ho parlato con i miei compagni, vogliamo passare il turno, vogliamo la semifinale, e poi non vogliamo fermarci più

Angelo Ogbonna festeggia il gol al Liverpool in FA Cup

Anche il capitano Mark Noble non nasconde le ambizioni del club

Sappiamo di essere una buona squadra, anzi io credo che siamo una squadra un po' speciale, abbiamo un grande spirito e l'atteggiamento giusto in campo: contro l'Everton potevamo andare sotto 3-0, ma Adrian ha parato il rigore di Lukaku e poi, in dodici minuti abbiamo ribaltato il risultato a nostro favore. Il West Ham non muore mai

Piedi per terra e un passo alla volta, insomma, ma obiettivi chiari. Gli Hammers hanno fame.

Vota anche tu!

Riuscirà il West Ham a conquistare un posto in Champions League?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.