Serie A, 28^ giornata: la Juventus è di ferro, la Roma si prende il terzo posto

Vincono Juventus e Napoli, la Roma annienta la Fiorentina e si assesta al terzo posto. Il Sassuolo ferma il Milan, l'Inter ritrova il sorriso contro il Palermo.

Barzagli e Bonucci

41 condivisioni 2 commenti

di

Share

Roma-Fiorentina 4-1

Nell'anticipo della 28esima giornata la Roma stravince contro la Fiorentina lo scontro diretto per il terzo posto. Nel primo tempo Salah, El Shaarawy e Perotti portano i giallorossi sul 3-0, poi Ilicic trasforma il rigore che manda le squadre al riposo sul 3-1. Nella ripresa va in rete ancora l'ex viola Salah. Per la squadra di Spalletti si tratta della settima vittoria consecutiva in campionato.

Salah
Mohamed Salah, 23 anni

Hellas Verona-Sampdoria 0-3

La Sampdoria compie un grande passo verso la salvezza rifilando tre gol a domicilio al fanalino di coda Hellas Verona. Apre le danze Soriano, Cassano raddoppia e Christodoulopoulos chiude i conti con un eurogol. Per gli scaligeri la retrocessione in Serie B è ormai a un passo.

Napoli-Chievo Verona 3-1

Dopo una sconfitta e due pareggi il Napoli riprende la sua marcia, al San Paolo il Chievo viene sconfitto 3-1. Nonostante la sciocchezza iniziale di Chiriches che regala il vantaggio ai veneti firmato da Rigoni, gli azzurri non si scompongono e trovano subito il pari con Higuain, arrivato al 26esimo gol in campionato. Chiriches si fa perdonare l'errore firmando il sorpasso, il colpo del KO è di Callejon. 

Higuain
Gonzalo Higuain, capocannoniere della Serie A

Torino-Lazio 1-1

Un punto per uno che non accontenta nessuno. Si chiude 1-1 il lunch match tra Torino e Lazio, a Belotti risponde Biglia su calcio di rigore. I rimpianti sono tutti dei granata, che sull'1-0 sbagliano un rigore con Immobile. Da segnalare anche un palo interno colpito da Parolo con i biancocelesti ancora in svantaggio. La Lazio si allontana sempre più dalla zona Europa League, il Torino non vince in casa dal 16 gennaio. 

Atalanta-Juventus 0-2

La Juventus è implacabile, contro l'Atalanta arriva la diciassettesima vittoria nelle ultime diciotto partite di campionato. All'Atleti Azzurri d'Italia finisce 2-0 per i bianconeri (l'imbattibilità di Buffon ha raggiunto 836'), le reti portano le firme di Barzagli e Lemina. La Juventus tiene a distanza di sicurezza Napoli e Roma, mentre i nerazzurri continuano il digiuno di successi: l'ultima vittoria è datata 6 dicembre 2015, 3-0 al Palermo. 

Lemina
Mario Lemina, 22 anni

Bologna-Carpi 0-0

Nessun gol nel derby emiliano Bologna-Carpi, lo 0-0 resiste fino al triplice fischio. Eppure i rossoblù ne hanno avute di occasioni per sbloccare la partita, ma la mira sballata e la sfortuna hanno impedito a Donadoni e ai suoi di conquistare tre punti che sarebbero valsi l'aggancio alla Lazio. Per il Carpi è un punto che smuove la classifica ma che alimenta appena le già residue speranze di salvezza.

Frosinone-Udinese 2-0

Il Frosinone non ha intenzione di alzare bandiera bianca, contro l'Udinese i ciociari ottengono una vittoria importantissima. Il 2-0 è opera di Dionisi e Blanchard, in gol rispettivamente al 12' e al 60'. Il Matusa si conferma fortino, ben 21 punti dei 26 totali conquistati dai ciociari sono arrivati nello stadio di casa. Trema l'Udinese di Colantuono, la zona retrocessione è lontana appena 4 punti. 

Genoa-Empoli 1-0

Al Genoa basta il gol di Rigoni per avere la meglio di un Empoli in caduta libera, arrivato alla quarta sconfitta di fila. I rossoblù tornano al successo dopo la debacle di Verona e salgono a quota 31 punti, gli stessi dei cugini della Samp. 

Sassuolo-Milan 2-0

Un altro scalpo prestigioso per il Sassuolo, che dopo aver vinto 2-0 all'Olimpico contro la Lazio supera il Milan al Mapei Stadium con lo stesso risultato. La sblocca Duncan al 27' con una missile terra-aria, la chiude Sansone al 71' su assist di Vrsaljko. Gli emiliani si portano a quota 44 punti e si avvicinano proprio ai rossoneri, fermi a 47 al sesto posto. 

Inter-Palermo 3-1

Archiviate le due delusioni rimediate in campionato e in Coppa Italia contro la Juventus, l'Inter ritrova il sorriso e i tre punti grazie a Ljajic, Icardi e Perisic. A San Siro finisce 3-1 (il gol rosanero è di Vazquez) contro un Palermo sempre più in bilico e con appena un punto in più del Frosinone terzultimo. L'Inter sale a quota 51 e si porta a -2 dalla Fiorentina.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.