Deportivo La Coruña-Málaga 3-3, pioggia di gol al Riazor

Festival di reti ed emozioni a La Coruña, il Deportivo rimonta per due il vantaggio del Málaga ma si fa riagguantare sul pari da un'autorete al novantesimo.

51 condivisioni 4 commenti

di

Share

La maledizione del Deportivo continua, la squadra gallega pareggia contro il Málaga e allunga la sua striscia di risultati negativi a 12 giornate. La squadra di Victor Sánchez rimane l’unica formazione della Liga a non aver mai vinto nel 2016, e ora la zona salvezza si fa sempre più vicina mentre il treno per l'Europa scappa via. Dall’altra parte un Málaga tonico e agguerrito riesce a strappare il meritato pareggio sul filo del novantesimo, grazie ad una autorete sfortunata di Alejandro Arribas, ma anche per gli uomini di Javi Gracia l’astinenza con i tre punti arriva a quota cinque partite, e ora deve guardarsi le spalle per raggiungere la salvezza con più tranquillità possibile. Sia la formazione andalusa, che il Deportivo, rimangono appaiate al dodicesimo posto in classifica con 33 punti.

Nel primo tempo il Málaga passa in vantaggio, perde Kameni e si fa rimontare poco prima dell'intervallo

Le due squadre si studiano per buona parte della prima frazione di gara, finché l’equilibrio non viene rotto al 28’ minuto con il vantaggio del Málaga. Il gol arriva da un calcio d’angolo battuto da Recio, il cross è effettuato verso il secondo palo dove Charles è libero di appoggiare in rete e timbrare il suo 10° centro in campionato con la maglia dei boquerones. Il Deportivo cerca di rialzarsi subito e lo fa con Lucas Pérez che è abile a liberarsi della difesa del Málaga e entrare in area di rigore tutto solo palla al piede, però l’attaccante non riesce ad essere freddo davanti a Kameni e il suo tiro viene salvato sulla linea da un provvidenziale intervento Wellington.

Il portiere messicano subentra a Kameni e fa il suo debutto in Liga ad un anno dal suo acquisto

Qualche minuto più tardi il vice di Javi Gracia è costretto al primo cambio della partita per l’infortunio di Kameni, al suo posto il messicano Ochoa al debutto in Liga. Il debutto dell’ex portiere dell’Ajaccio è davvero sfortunato, e la sua serata sarà macchiata da tre gol sugli altrettanti tiri in porta effettuati dal Deportivo. Al 42’ i padroni di casa trovano il pareggio vitale poco prima dell’intervallo, Cartabia scende indisturbato sulla fascia e crossa in area, velo di Lucas Pérez che Borges che sottorete non sbaglia e sigla la rete dell’1-1.

Emozioni a ripetizione e gol nel secondo tempo

Nel secondo tempo il Málaga scende in campo più motivato degli avversari e inizia a rendersi pericoloso in contropiede. La squadra di casa riesce a limitare le occasioni degli avversari, finché non deve capitolare nuovamente da calcio d’angolo. E’ il minuto 63’, il corner è battuto nuovamente da Recio che indirizza il pallone verso il centro dell’area dove capitan Camacho di testa è libero di colpire a rete, e portare i suoi nuovamente in vantaggio nel punteggio.

Il Deportivo, nuovamente passato in svantaggio, trova l’inaspettata reazione grazie all’ingresso di Fayçal e alle giocate di Fede Cartabia. Passano solo 5’ minuti dal gol di Camacho, e l’ex Cordoba rimette la partita in parità con un’azione fenomenale degna del miglior Leo Messi. Cartabia riceve palla sulla trequarti, si libera in dribbling di due avversari ed entra nell’area di rigore dove di sinistro batte Ochoa, riportando il Deportivo sul punteggio di parità.

Cartabia segna il 2000° gol in Liga del Deportivo

Al 81’ il Riazor esplode di gioia, Fayçal cross in area per Lucas Pérez che al volo spinge il pallone dietro le spalle di Ochoa portando il Deportivo sul 3-2 a 10 minuti dalla fine. Il Málaga si scopre per cercare disperatamente la rete del pari, mentre i tifosi del Riazor iniziano a pregustare la prima vittoria del nuovo anno. Ma la maledizione che colpisce il Deportivo ritorna in maniera spettrale quando il timer sul cronometro indicava il minuto ’89: punizione del Málaga da posizione pericolosa, alla battuta va Recio (magistrale da calcio da fermo) il pallone sbatte su Arribas che anticipa tutti, beffando anche il proprio portiere, e insacca in porta la rete del 3-3.

Arribas beffa tutti mettendo nella propria porta il gol del 3-3

La partita si conclude con l’espulsione di Camacho in pieno recupero, che si becca il secondo cartellino giallo per aver allontanato il pallone a gioco fermo, e le emozioni del Riazor vengono riassunte nel punteggio: Deportivo 3-3 Málaga.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.