Crystal Palace-Liverpool 1-2: Benteke gela il Selhurst Park nel finale

I Reds, in dieci uomini dal 60', rimontano lo svantaggio iniziale grazie alle reti di Roberto Firmino e Benteke. Per il Crystal Palace a segno invece Joe Ledley.

469 condivisioni 17 commenti

di

Share

Bella prova d'orgoglio del Liverpool, che nonostante l'inferiorità numerica riesce a ribaltare il risultato sfavorevole proseguendo così la striscia positiva di risultati. Klopp ritrova Benteke: il belga ha avuto un grande impatto sul match, rivelandosi poi decisivo nella vittoria finale. 

Primo tempo

Ritmo intenso sin dalle prime battute del match al Selhurst Park. Il Liverpool mantiene il possesso cercando di scardinare la difesa delle Eagles, ma le occasioni migliori dei primi 45 minuti sono dei padroni di casa. Al 6' Mignolet salva i Reds con una grande uscita bassa su Bolasie, messo in porta da Adebayor. Poco dopo il togolese colpisce una traversa, sfruttando una dormita della difesa del Liverpool senza riuscire tuttavia a cambiare il risultato.

Al 24' bell'inserimento di Cabaye che, premiato da Zaha, arriva al limite dell'area e prova il destro colpendo solo l'esterno della rete. Cinque minuti dopo Origi cerca di sorprendere McCarty con un tiro dalla distanza dopo uno scambio con Emre Can, ma la sfera sorvola la traversa.

Alla mezz'ora Milner spaventa i tifosi del Palace con una punizione che, deviata dalla testa di Bolasie, rischia di finire in rete, finendo però di poco al lato. Poche altre occasioni nitide, in campo molta fisicità ed agonismo ma le due squadre rientrano negli spogliatoi sullo zero a zero.

Secondo tempo

Dopo appena tre giri d'orologio dall'inizio del secondo tempo è subito vantaggio Crystal Palace. Ledley fredda Mignolet con un potente sinistro dal limite dell'area su sviluppi da corner, portando in vantaggio le Eagles. La formazione di Pardew continua a giocare a ritmo elevato, il Liverpool fatica ad imporsi e al 61' Milner viene espulso per somma d'ammonizioni. Le difficoltà dei Reds sembrano quindi non finire, ma è proprio qui che arriva la risposta d'orgoglio degli uomini di Klopp.

Al 65' Coutinho scambia bene con il suo connazionale Firmino e l'ex Hoffenheim lascia partire un sinistro centrale che non sorprende McCarty. L'estremo difensore del Crystal Palace commette poi un errore destinato a cambiare il corso degli eventi, sbagliando un rinvio e regalando proprio a Firmino l'opportunità di riportare il risultato in equilibrio. Il numero 11 dei Reds non sbaglia e riapre la partita con il suo settimo gol nelle ultime otto gare.

Klopp si gioca anche la carta Benteke e il belga va subito vicino al gol in seguito ad un calcio d'angolo, poi all'86' gran tiro di Alberto Moreno che si coordina bene dalla lunga distanza centrando tuttavia il palo. Pardew chiama l'attenzione dei suoi ma in campo ormai sembra esserci soltanto il Liverpool e all'ultimo minuto di gioco Benteke ottiene un calcio di rigore - discutibile - in seguito ad un lieve contatto con Delaney. È lo stesso Benteke ad andare dagli undici metri, realizzando un gol pesantissimo con calma glaciale. Il Liverpool vince quindi in rimonta grazie all'uomo più criticato degli ultimi mesi.

Occasione sciupata dal Palace di Pardew che ora rischia davvero di scivolare in zona retrocessione. Le Eagles non vincono da mesi e la mancanza di successi comincia a pesare gravemente sul morale della squadra. Prova di forza invece del Liverpool che rimonta da una situazione di svantaggio in dieci uomini con carattere e grinta. L'Europa per i Reds torna ad essere un obiettivo concreto.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.