Southampton-Sunderland 1-1: Van Dijk salva i Saints allo scadere

Il Southampton di Koeman, in inferiorità numerica dal 79', trova il pareggio solo nei minuti finali con l'olandese, evitando così la terza sconfitta di fila.

70 condivisioni 1 commento

di

Share

Tante emozioni nel finale di Southampton-Sunderland al St Mary's Stadium. Dopo una partita intensa e combattuta l'espulsione di Fonte ha spostato gli equilibri dalla parte del Sunderland di Allardyce, che ha trovato il vantaggio con Defoe a cinque minuti dalla fine. Al 93' però i padroni di casa sono riusciti a realizzare il gol del pareggio.

Primo tempo

Nella prima metà di gioco la partita fatica a decollare: squadre bloccate e pochi spazi, un inizio molto fisico senza particolari spunti in zona gol. Dopo dieci minuti sono già due gli ammoniti dall'arbitro Swarbrick, successivamente arriva la prima bella giocata della gara con un bel sinistro di Bertrand da calcio di punizione che finisce di poco alto.

È principalmente il Southampton a prendere l'iniziativa, specialmente con Graziano Pellè, partito titolare vista l'assenza di Shane Long. L'italiano si muove bene in campo e si fa trovare spesso dai compagni, rappresentando il vero e proprio punto di riferimento del reparto offensivo dei Saints. Dall'altra parte un'altra conoscenza del nostro calcio, Fabio Borini, si rende protagonista con una conclusione bloccata da Forster.

Al 26' buona occasione per i padroni di casa con Tadic che, servito da Pellè, cerca il gol col mancino trovando la pronta risposta avversaria. Più di un tentativo nel finale di primo tempo per i Saints, che ci provano prima con Van Dijk di testa e poi con l'ex Valencia Oriol Romeu. Le squadre rientrano negli spogliatoi sullo zero a zero.

Secondo tempo

Nella ripresa torna a spingere la squadra di Koeman, che trova tre calci d'angolo nel giro di due minuti. Il Southampton è, con 11 realizzazioni, la squadra più pericolosa della Premier League nei colpi di testa, ma la difesa dei Black Cats si comporta bene e riesce ad allontanare la minaccia.

Al 52' buona occasione per Borini di portare in vantaggio il Sunderland, conclusione col destro di poco alta su sviluppi da palla inattiva. I Saints perdono lucidità negli ultimi metri e Koeman decide di giocarsi la carta Juanmi, per dare più freschezza alla manovra. Al 69' è però ancora Made in Italy, con Graziano Pellè che prova di sinistro dal centro dell'area trovando la pronta opposizione di Forster.

Dieci minuti dopo uno dei momenti chiave dell'incontro: Jose Fonte su fa espellere, lasciando i Saints in inferiorità numerica. I Black Cats prendono coraggio ed iniziano a spingere con maggiore convinzione fino a trovare la rete del vantaggio all'85'. La firma porta il nome di Jermain Defoe, al suo quattordicesimo centro stagionale.

Sembra tutto in discesa per il Sunderland, avanti nel punteggio a pochi giri d'orologio dalla fine della partita e con un uomo in più, ma il Southampton non molla e con le ultime energie riesce a trovare la rete del pareggio all'ultimo minuto. Il sinistro di Virgil Van Dijk evita di fatto la terza sconfitta consecutiva ai Saints di Koeman. 

Il Sunderland di Allardyce torna a casa con un po' di amaro in bocca vista la vittoria sfumata negli ultimi secondi di partita, ma con un buon punto in chiave salvezza. I Black Cats stanno crescendo e le possibilità di rimanere nella massima serie inglese sono maggiori rispetto a qualche mese fa.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.