Everton-West Ham 2-3. Rimonta pazzesca degli Hammers!

La squadra di Bilic vince una partita ricca di emozioni trovando una rimonta clamorosa. Per l'Everton, ottimo per 80 minuti, una beffa difficile da digerire

661 condivisioni 38 commenti

di

Share

Il calcio è uno sport in cui può succedere davvero di tutto. Può succedere che, a 20 minuti dalla fine, una squadra in inferiorità numerica e avanti due a zero abbia l'occasione di chiudere i conti con un tiro dagli undici metri. Ma se si dovesse fallire quell'opportunità, allora può accadere che la squadra avversaria trovi il gol della speranza, pareggi e infine vinca addirittura la gara. Impossibile, direte voi? In realtà è possibile eccome, basta guardare la partita di Goodison Park tra Everton e West Ham. Gara dominata dagli uomini di Martinez per 80 minuti, ma sono stati quei 10 conclusivi a vanificare tutto e a consegnare 3 punti d'oro al West Ham di Bilic, al contrario apparso sottotono fino al finale di gara. 

Getty Images

La cronaca della partita

Inizio di gara bloccato, quello andato in scena a Goodison Park. Le due squadre sembrano infatti avere il freno a mano tirato, giocando a ritmi bassi e compassati. Al quinto minuto ecco la prima occasione del match targata Everton, con una botta dal limite di controbalzo da parte di McCarthy, ma Adrian è attento e manda in angolo. Passano altri 5 minuti e risponde il West Ham con il destro da fuori di Payet che sfiora il palo e va sul fondo. Ritmi che cominciano ad alzarsi e squadre che giocano con una manovra più fluida. Al 13' sono i padroni di casa a sbloccare il match grazie al solito Lukaku che, servito da Oviedo, entra in area difendendo benissimo il pallone e con il sinistro in diagonale infila Adrian. Hammers che però non ci stanno e reagiscono bene al gol subìto, alimentando la propria manovra offensiva e girando bene il pallone. Ma al 25' sono i Toffees ad andare vicini al doppio vantaggio: Barkley stoppa di petto al volo un pallone vagante e calcia in porta chiamando al grande intervento Adrian, molto attento. A dieci minuti dalla fine della prima frazione ecco l'episodio che può cambiare il match: Mirallas, già ammonito in precedenza per una simulazione, entra scomposto in ritardo su Cresswell rimediando un inevitabile secondo giallo, chiudendo in anticipo la sua gara. West Ham che avrà dunque 55 minuti da giocare in superiorità numerica. L'ultima occasione del primo tempo capita sui piedi di Emenike, ma la sua zampata al volo è ottimamente respinta da Joel Roebbles.

La ripresa

Secondo tempo che parte inevitabilmente con gli Hammers protesi in avanti, cercando di sfruttare la superiorità numerica. Ma l'Everton non sta a guardare e al minuto numero 55 Lennon capitalizza un'azione bellissima, iniziata e finalizzata proprio dall'ex Spurs, battendo Adrian su un'ottima palla di Lukaku. Doppio vantaggio Toffees e Hammers storditi. Partita che da questo momento si abbassa di ritmi, con i padroni di casa bravi a gestire il possesso palla anestetizzando la gara. A 20 minuti dalla fine l'Everton ha la chance per chiudere definitivamente i conti: Song stende Besic al limite, e presumibilmente fuori, dell'area di rigore e l'arbitro concede (erroneamente?) il penalty. Dal dischetto va Lukaku che però si fa ipnotizzare da Adrian, bravo a negare la doppietta al belga. Numero dieci in maglia blu che prova subito a farsi perdonare presentandosi a tu per tu con il portiere avversario, ancora bravissimo a chiudergli lo specchio. Occasioni, queste sprecate da Lukaku, che peseranno moltissimo. Già, perché in 180 secondi cambia tutto. Al 78' Antonio accorcia le distanze (5 gol nelle ultime 8 di Premier), con un colpo di testa perentorio che riaccende le speranze degli ospiti. Come detto, passano 3 minuti e gli Hammers addirittura pareggiano, con un altro colpo di testa questa volta di Sakho, che va più alto di tutti e batte Adrian. 2-2 tanto spettacolare quanto inaspettato, che rende gli ultimi 10 minuti a dir poco eccitanti. Entrambe le squadre dimostrano di volerla vincere, creando ripetutamente occasioni da rete. Al primo minuto di recupero ecco che accade quello che, fino a 10 minuti prima, pareva impensabile. Azione d'attacco degli ospiti, palla vagante dopo su cui si fionda Payet che anticipa tutti e sigla un 3-2 che ha dell'incredibile

Getty Images

3 punti pesantissimi in ottica Champions per il West Ham, bravo a crederci sempre nonostante una gara opaca per buona parte del match. L'Everton, al contrario, si vede sfuggire una vittoria che sarebbe stata utilissima in chiave Europa League.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.