Levante-Real Madrid 1-3. Ronaldo e Isco stendono il Levante

Cristiano Ronaldo, gol e assist, consente al Real di tornare a vincere nonostante una partita non convincente. Il Levante resta ultimo in classifica.

689 condivisioni 48 commenti

Share

Vincere senza convincere. Molto spesso, quando si legge questa frase, si coglie subito la prima parola. E' sicuramente il caso di Zidane e il suo Real Madrid, vincente al Ciutad di Valencia ma non certo convincente. Ma visto il periodo, meglio concentrarsi sulla parola "Vincere". Ci ha pensato Cristiano Ronaldo, come al solito spietato in trasferta, a sbarazzarsi dell'ultima in classifica, un Levante mai domo e pronto a far sudare la vittoria a CR7 e compagni. Molto bene, specie in avvio, il nostro Giuseppe Rossi.

Getty Images

La cronaca della partita

Gara che parte con il Levante subito molto aggressivo, voglioso di lasciare l'ultimo posto in campionato. E' Navas però a negare, dopo 4 minuti, il vantaggio a Giuseppe Rossi su un sinistro velenoso. Un minuti dopo è ancora Pepito a scaldare i guanti del portiere Blanco, mostrando un ottimo stato di forma (chissà se Conte avrà apprezzato). Real che viene fuori dopo circa un quarto d'ora di gioco, arrivando ad avere una grossa chance al minuto 27, quando Ronaldo stacca di testa su corner di James e colpisce alto di pochissimo. Al 33' il match cambia: Lucas Vazquez viene atterrato in area da Orban e per l'arbitro è calcio di rigore. Dal dischetto va chiaramente Ronaldo, che fredda Diego Marino e sigla il suo gol numero 23 in campionato, portando avanti il Real. Blancos che ora hanno saldamente in mano il gioco, trovando subito il 2-0 quattro minuti dopo: dopo la cavalcata di Danilo sulla destra viene servito Mayoral, che calcia in porta colpendo in pieno il palo, ma la palla colpisce successivamente la schiena del portiere Marino ed entra in rete. Fortunato il Madrid, ma il doppio vantaggio è preziosissimo. Primo tempo senza un attimo di tregua, la reazione dei padroni di casa è infatti immediata. Passano solo 120" e Deyverson , su assist di Rossi, buca Navas dopo un azione confusa in area di rigore madridista. 1-2 e Levante che ci crede.

La ripresa

Secondo tempo che inizia come si era sviluppato il primo, ovvero con un Real timido e rintanato nella propria metà campo, senza però che il Levante trovi spazio. Ma al 50' la prima chance è per la Casablanca, con un tiro a giro spettacolare di James Rodriguez che esce di un niente. Squadra di Zidane che alza il ritmo andando in costante proiezione offensiva rendendosi pericolosa ancora, questa volta con un bel destro di Nacho, ma Marino manda in corner. Il Levante ha però una grossa opportunità per pareggiare al 60', ma sul cross di Ivan Lopez non ci arriva di un soffio Deyverson, ad un passo dalla doppietta. Real che reagisce subito con il solito CR7 che colpisce il palo a tu per tu con Marino. Padroni di casa che nonostante tutto giocano in maniera molto organizzata e compatta, concedendo poco ai Galacticos. All'80' occasionissima per Ruben: tiro deviato e Navas è super a deviare in calcio d'angolo. Nel finale le prova tutte la squadra allenata da Rubi, ma senza successo. Sono anzi gli ospiti a trovare il gol che chiude i conti, con il neo entrato Isco che, servito da Ronaldo, mette dentro il gol del 3-1.

Per Zidane una vittoria che fa morale in vista anche della sfida di settimana prossima con la Roma, nel ritorno degli ottavi di Champions. Il Levante può invece uscire a testa alta da questo match, consapevole di poter ancora credere in una salvezza che resta comunque molto dura (-6 dal Getafe, quartultimo).

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.