Liverpool-City: i Reds cercano la vendetta, Sterling torna a Anfield

Tre giorni fa i Citizens hanno sconfitto i Reds ai rigori nella finale di Coppa di Lega, stasera ad Anfield va in scena il replay nella 28esima giornata di Premier League.

Manchester City

98 condivisioni 1 commento

Share

Diverso scenario, stesse avversarie. Non più Wembley, ma Anfield. Tre giorni dopo la finale di Coppa di Lega, Liverpool e Manchester City si ritrovano una di fronte all'altra per la 28esima giornata di Premier League. I Reds vogliono la rivincita dopo aver visto sfumare ai calci di rigore il primo trofeo stagionale, i Citizens hanno l'opportunità di rosicchiare due punti alla capolista Leicester e portarsi a -7 dalla vetta. 

Qui Liverpool

Non sarà la maledizione di Béla Guttman, ma ci sono già elementi a sufficienza per parlare di tabù. Con la sconfitta di domenica scorsa nella finale di Capital One Cup, sono quattro su cinque le finali di coppa perse negli ultimi cinque anni da Jürgen Klopp. Col Borussia Dortmund prima e col Liverpool oggi, il feeling sembra non sbocciare mai. Per sua fortuna il coach tedesco avrà subito modo di scacciare via i brutti pensieri, una vittoria consentirebbe ai Reds di superare quattro squadre (Everton, Stoke City, Chelsea e Southampton) e di portarsi al settimo posto a quota 41. 
Il City è una squadra impegnata nella lotta per il titolo, una cosa che non ci riguarda. Noi stiamo lavorando già per l'estate, dobbiamo programmare tante cose e lavorare bene per il futuro. Non possiamo cambiare ciò che è successo domenica, ma è importante vincere e reagire. Siamo capaci di fare ottime prestazioni, col City abbiamo fatto tanto possesso palla ma abbiamo concluso poco.
Klopp
Jürgen Klopp, 48 anni

L'ha presentata così Klopp in conferenza stampa, proiettandosi al futuro più che al presente. Ma la stagione in corso potrebbe riservare ancora grandi sorprese, a cominciare dall'Europa League che vedrà il Liverpool impegnato contro lo United negli ottavi di finale. Sarà un doppio confronto da brividi, mai le due rivali si sono affrontate sul palcoscenico continentale. Un passo alla volta, prima si deve risalire la china in campionato e iniziare a fare punti in casa. Nel 2016 ne sono arrivati due in tre match, gli stessi fatti da due squadre in lotta per non retrocedere come Newcastle e Swansea.

Nell'undici scelto da Klopp non ci sarà Lucas Leiva - tra i migliori nella finale di Coppa di Lega - per un problema muscolare, al suo posto ecco Dejan Lovren. Alza bandiera bianca anche Mamadou Sakho (trauma cranico), a rischio Daniel Sturridge, che contro il City ha finito con i crampi. Possibile il ritorno dal 1' di Martin Skrtel dopo più di due mesi di stop per una lesione al bicipite femorale.

Qui Manchester City

Manuel Pellegrini ha il volto più sereno dopo aver vinto un trofeo nella sua ultima stagione al City, ma non ha alcuna intenzione di accontentarsi della Coppa di Lega. Con un piede già ai quarti di Champions League (sarebbero i primi nella storia del club) e un campionato aperto più che mai, il cileno ha tutte le possibilità di lasciare un ricordo indelebile ai tifosi dei Citizens. Dalla sua ci sono anche dei precedenti incoraggianti: le ultime due squadre che hanno vinto la Capital One Cup hanno poi conquistato anche la Premier League. Una di queste due è proprio il Manchester City, che appena due anni fa si è laureato campione d'Inghilterra

L'ultima partita contro il Liverpool è stata lunga e intensa, ma quando vinci è sempre più semplice recuperare. Non so come reagirà il Liverpool e neanche se prenderà la partita come una vendetta, sicuramente sarà un impegno duro. So bene che non siamo i favoriti in Premier League, ma vogliamo i tre punti per lottare fino alla fine. Non so quale sarà l'undici di partenza col Liverpool, quello che posso dire è che ci sarà sicuramente Raheem Sterling. Lui è giovane ma sa come affrontare la pressione. 

Pellegrini
Manuel Pellegrini, 62 anni

Sterling tornerà ad Anfield per la prima volta da avversario dopo il trasferimento al City per 49 milioni di sterline. Nel match d'andata all'Etihad scontò l'emozione, a Wembley (gol divorato a parte) si è rifatto con gli interessi. Adesso lo aspetta la prova più difficile in quella che è stata la sua casa per cinque lunghissimi anni. Potrebbe invece mancare il grande appuntamento Yaya Touré, reduce da una contusione al piede destro. Si rivedrà tra i pali Hart al posto dell'eroe di coppa Caballero, ancora indisponibili de Bruyne, Delph e Nasri. Guiderà l'attacco l'insostituibile Sergio Aguero, a caccia del primo gol ad Anfield. 

Le probabili formazioni di Liverpool-Manchester City

Liverpool (4-3-3): Mignolet; Clyne, Toure, Lovren, Moreno; Milner, Henderson, Can; Coutinho, Firmino, Lallana.

Manchester City (4-2-3-1): Hart; Sagna, Kompany, Otamendi, Clichy; Fernandinho, Fernando; Navas, Silva, Sterling; Aguero.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.