Come spendono i soldi i calciatori

Immobili, compravendita di terreni e le attività più disparate: ecco come investono i loro soldi i big del calcio nostrano e internazionale.

Ecco come investono il loro ingaggio i calciatori di oggi e di ieri

0 condivisioni 0 commenti

di

Share

Chi non ha mai invidiato i loro conti in banca da mille e una notte? I nomi li conosciamo: Neymar, Ibrahimovic, Suarez, Messi e, ovviamente, Cristiano Ronaldo.

Gli investimenti di Ronaldo
Cristiano Ronaldo tra gol e investimenti

Cristiano Ronaldo e quell'ossessione chiamata mondanità

Iniziamo proprio da CR7. Il portoghese, con i suoi 55 milioni di euro annui (frutto di un’infinità di accordi pubblicitari che lo rendono il campione-brand per eccellenza), ha deciso d’investire anche nella costruzione di un locale notturno a Vilamoura, centro rinomato dell'Algarve in Portogallo. Quello di Ronaldo non sarà un semplice club, ma un vero è proprio hotel a cinque stelle destinato a una clientela facoltosa. Il nome, neanche a dirlo, sarà Seven.

Gli investimenti di Ronaldo, però, non finiscono qui. Nel 2014 il numero 7 ha creato la linea di intimo 'CR7 Underwear' e, da poco, è arrivata anche una collezione di scarpe per uomo, donna e bambino disegnata dallo stesso portoghese.

Ma Cristiano non è soltanto un imprenditore accorto. L’attaccante, com'era prevedibile, adora anche spendere i suoi soldi. A cosa possono mai servire oltre cinquanta orologi di lusso? Una vera mania per il portoghese. Come quella passione per i motori. Nel suo garage personale, più di quindici supercar: da una collezione esclusiva di Bugatti, fino ad arrivare alle sue Ferrari. Passando per Lamborghini e Koenigsegg. Tutte rigorosamente personalizzate CR7.

Auto sportive: bravi ad acquistarle, un po’ meno a guidarle

Che Cristiano Ronaldo avesse la passione per le auto è cosa nota. Altrettanto nota, però, è la sua predisposizione ad avere il piede pesante sull'acceleratore. Nel gennaio del 2009, infatti, quando giocava ancora allo United, perse il controllo della sua Ferrari all'interno di un tunnel nei pressi dell'aeroporto di Manchester, schiantandosi contro un muretto. La vettura, fresca di personalizzazione, fu distrutta. Il portoghese, invece,  ne uscì ferito soltanto nell'orgoglio.

Cristiano Ronaldo e quel che resta della sua Ferrari

Stessa sorte è toccata a Karim Benzema. L’ultimo acquisto dell'attaccante del Real Madrid, è una Porsche Carrera del valore di “appena” 150.000 euro. In precedenza, il francese è riuscito nell'impresa record di collezionare due incidenti nel giro di poche settimane. Le immagini della sua bellissima Lamborghini portata via dal carro attrezzi, sono un colpo al cuore.

La Lamborghini di Benzema
La Lamborghini di Benzema non se la passa bene

Messi, tra investimenti immobiliari e problemi fiscali

Messi e i suoi investimenti
Qualche problema fiscale per Messi

Messi, cinque volte Pallone d’Oro, simbolo del Barca e, probabilmente, il calciatore più amato al mondo. Ma anche lui ha i suoi scheletri nell'armadio: sono emersi numerosi problemi con il Fisco e l’argentino sarà chiamato a giudizio il 31 maggio. Il processo, quindi, comincerà tre giorni dopo la finale di Champions League in programma a Milano. Se ritenuto colpevole, per lui saldare il conto con la giustizia non sarà certamente un problema, e non soltanto per l’ingaggio del Barcellona. Leo può contare sulle entrate economiche provenienti dall'agenzia immobiliare Limeca, gestita dal padre del numero 10. Ma non finisce qui: il sostanzioso conto in banca di Messi è rimpolpato anche dalle entrate garantite dalle sue proprietà extraurbani, a cominciare da un enorme circolo sportivo di 80 ettari (l’Azahares de Paranà).

Ramos e Casillas
Casillas e Sergio Ramos al Real

Casillas e Sergio Ramos puntano sul mattone

Gli investimenti immobiliari sono anche il pane extracalcistico di Casillas e Sergio Ramos. Il difensore del Real ha costruito a Marbella un centro sportivo così ampio da poter contenere un parcheggio per 600 posti auto. Il numero 1 del Porto, invece, ha fondato l’Ikerca SL, società leader nella compravendita di immobili, in particolare, nella vendita di garage.

E gli italiani come investono i loro guadagni?

Anche i calciatori italiani, ovviamente, investono i loro soldi nei modi più disparati. Poggi, l’attaccante nato nel Torino e affermatosi nel tridente dell’Udinese di Zaccheroni con Amoroso e Bierhoff, ha aperto un’attività di bed and breakfast nella sua Venezia. Decisamente più estrosa, invece, è stata la scelta di Gianni Comandini. Chi ricorda l'attaccante del Milan? I rossoneri lo acquistarono dall'Atalanta per 30 miliardi di lire. Il suo trasferimento a Milanello portò in dote, appena, 9 reti in 4 stagioni. Gli scarpini furono appesi al chiodo a soli 28 anni: zaino in spalla per girare il mondo. A 37 anni, Comandini ha deciso di lavorare come deejay in un teatro dell’800 che lui stesso, 12 anni fa, ha ristrutturato insieme a degli amici. 

Uno dei difensori più importanti degli anni Novanta, Antonio Benarrivo, ha cambiato completamente settore. Dopo 8 titoli vinti con il Parma, 200 partite giocate in Serie A e la medaglia di vice Campione del Mondo a Usa 94, Benarrivo è ripartito da zero aprendo un’impresa edile nella sua Brindisi. Della spedizione azzurra al mondiale americano, poi, faceva parte anche Alessandro Costacurta. L'ex difensore del Milan, a quanto pare, è solito trascorrere il tempo investendo in Borsa. Gli andrà bene? Gli andrà male? Cambia poco. Gli anni trascorsi a comandare la difesa rossonera possono sopperire a ogni "scivolone finanziario" del buon Billy. 

L’azienda ittica di Gattuso e il Miami Fc di Maldini

Come investono il loro denaro, invece, Gattuso e Maldini? Il centrocampista ha avviato in Calabria un’attività denominata “Gattuso & Catapano”, destinata alla depurazione e all'allevamento dei molluschi. Il capitano, invece, ha puntato in grande: grazie all’aiuto di Riccardo Silva, presidente di Mp Silva, l'agenzia che gestisce i diritti televisivi per l'estero della Serie A, ha acquistato i Miami Fc, squadra della North American Soccer League.

Vieri e Figo
Vieri "maestro di selfie" con Figo

La Bfc&co di Vieri e Brocchi? Un flop da 14 milioni di euro

Qual è stato il più grande crac economico dei calciatori italiani? Certamente quello del duo Brocchi/Vieri. Il tandem aveva già collaborato alla nascita del brand d'abbigliamento Baci & Abbracci ma, probabilmente, questo non bastava a testimoniare il loro impareggiabile estro in fatto di intuizioni commerciali. Nasce, così, la ditta di import di arredamento pregiato Bfc&co. Il risultato? Un passivo clamoroso di 14 milioni di euro. La società ha chiuso i battenti nel 2014.  

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.