Il Real Madrid pronto a vendere Isco e James Rodriguez

L'andaluso e il colombiano non stanno mantenendo fede alle aspettative di club e tifoseria: secondo la stampa spagnola uno dei due potrebbe partire in estate

Isco, trequartista del Real Madrid, saluta il Bernabeu

0 condivisioni 0 commenti

di

Share

Non è proprio un momento felice al Real Madrid, tra una Liga ormai irraggiungibile, un Cristiano Ronaldo più polemico che mai, la feroce contestazione del Bernabeu a Florentino Perez e l'amara constatazione che con Zidane le cose non vanno molto diversamente da prima. Il carico ce lo ha messo stamattina la stampa madrilena. Secondo AS e Marca, infatti, si sarebbe fatto improvvisamente fosco il futuro blanco di due big come Isco e James Rodriguez: entrambi deludenti in questo ultimo periodo, nonostante l'assenza di Bale, entrambi ricoperti di fischi dal pubblico durante il derby contro l'Atletico, ed entrambi sacrificabili nella prossima finestra di calciomercato.

Quello che sembra rischiare di più, per Marca, è Isco. L'andaluso è alla sua terza stagione al Real Madrid e non è mai riuscito a raggiungere continuità di rendimento. Momenti postivi ne ha avuti molti, soprattutto durante la prima stagione con Ancelotti, ma già nella parte finale della seconda aveva perso il posto da titolare, e le cose non sono migliorate quest'anno. Il Bernabeu lo ha sempre coccolato, ma i fischi del derby potrebbero aver rappresentato una frattura non necessariamente ricomponibile. Pagato 27 milioni di euro, Isco potrebbe partire per un'offerta vicina ai 40 milioni di euro: la Premier League, come sempre quando si parla di certe cifre, è in prima linea, ma va ricordato che la Juve ha inseguito a lungo il malagueno e l'affare-Morata ha aperto un canale diretto funzionale con la Casa Blanca.

Più difficile che parta James Rodriguez. L'ex Monaco sta vivendo una stagione complicata, e come il suo compagno di squadra è considerato un giocatore agonisticamente molle, che manca di mentalità vincente e di poco spirito di sacrificio. Tuttavia, con Ancelotti il colombiano aveva mostrato di potersi esprimere a livelli di eccellenza e il Madrid non vorrebbe disfarsene con troppa fretta, onde evitare pentimenti postumi (vedi Robben, per dirne uno). E anche il prezzo è un ostacolo: James non può essere svenduto, visto che è stato pagato 80 milioni di euro nel 2014, e a quella cifra ci possono arrivare giusto un paio di club inglesi. 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.