Chelsea con carattere e orgoglio: Southampton battuto 2-1

Saints avanti nel primo tempo con Long, nella ripresa rimonta completata da Fabregas e Ivanovic. La scalata in Premier per la zona Europa è ancora possibile.

917 condivisioni 2 commenti

di - | aggiornato

Share

Il Southampton ci aveva creduto, ma il Chelsea dopo aver incassato il gol dello svantaggio si è rimboccato le maniche e completato la rimonta. Questa stagione ha ancora un senso per i Blues, finché si vince c'è speranza di risalita.

Primo tempo

Subito problemi per Hiddink: Pedro si ferma, al suo posto entra Oscar. Al 10’ i Saints sfiorano il vantaggio: Long di testa mette paura a Courtois, il pallone finisce fuori di pochissimo. Incontro bloccato, poche le emozioni al St. Mary’s, ma la voglia dei padroni di casa c’è, caricati dal pensiero di un piazzamento europeo. Alla mezz’ora primo squillo di Diego Costa, il suo tentativo finisce alto sopra la traversa. Austin prova subito a rispondere, azione coinvolgente dei ragazzi di Koeaman, l’inglese calcia e vede la palla sfiorare il palo. Ecco che al 43’ si sblocca la partita: Baba sbaglia, Long è lesto a prendere palla e battere Courtois con un diagonale imprendibile. Vantaggio e zona Europa ancora più vicina, ma nella ripresa ci sarà da soffrire.

Secondo tempo

I Blues non vogliono mollare, in palio c’è anche l’orgoglio. Hazard cerca di illuminare, il tentativo si spegne fuori. L’occasione ghiotta arriva per Obi Mikel, di testa però il nigeriano spreca tutto. Si rivedono in avanti i Saints, ottimo il colpo di testa di Van Dijk, come è spettacolare la parata di Courtois che evita il peggio. Il Chelsea è ancora in vita, soprattutto perché al 75' Fabregas riesce a pareggiare, ben servito da Diego Costa a rimorchio: via libera per il centrocampista e 1-1.
Partita infiammata negli ultimi minuti, a trovare il vantaggio definitivo sono ancora gli ospiti: Ivanovic di testa su cross di Willian porta sul 2-1 i suoi e ammutolisce lo stadio. Non succede più nulla, il Chelsea è ancora vivo e vuole dire la sua anche in questa stagione sfortunata.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.