Chi è Gianni Infantino, il nuovo presidente della FIFA

È stato nominato il successore di Sepp Blatter: Gianni Infantino ha ottenuto il consenso degli elettori, diventando il nono presidente della FIFA fino al 2019.

Incantino è il successore di Blatter.

222 condivisioni 7 commenti

di - | aggiornato

Share

Il Congresso Straordinario FIFA ha eletto a Zurigo il nuovo presidente della federazione internazionale di calcio. Il primo turno di votazioni non era stato in grado di decretare un vincitore, ma nel secondo ballottaggio Gianni Infantino ha ottenuto più del 50% della fiducia con 115 voti su 207, battendo la concorrenza dello sceicco Salman Al Khalifa.

L'ormai ex Segretario Generale UEFA è parso molto emozionato, eppure determinato e pronto a prendersi la responsabilità di ricostruire l'immagine della FIFA, minata dal recente scandalo. 

Dobbiamo ripristinare la nostra figura. Abbiamo avuto momenti di crisi ma quei tempi difficili adesso sono terminati. Stiamo per improntare un grande cambiamento, vogliamo un governo fatto di trasparenza e rispetto.

Non manca il supporto dell'ex presidente Sepp Blatter, che si congratula col suo successore elogiandone l'abilità diplomatica. Il consenso arriva anche da personalità come Vitaly Mutko, ministro dello sport russo, e Thomas Bach, presidente del Comitato Internazionale Olimpico.

Ma chi è Gianni Infantino?

Nato in Svizzera, con origini italiane, ha studiato legge presso l'Università di Friburgo e prima di entrare nella FIFA ha occupato il ruolo di Segretario Generale del CIES a Neuchatel. Parla fluentemente italiano, francese, tedesco, spagnolo ed inglese, e si è affacciato al mondo del calcio nel 2000 entrando a far parte della UEFA come avvocato.

Nel 2004 diventa capo del dipartimento degli affari legali, ma nel 2009 arriva la svolta: diviene Segretario Generale dell'organizzazione, ricoprendo un ruolo di grande importanza sostenuto con grande diligenza ed intraprendenza. È stato uno dei sostenitori del Financial Fair Play, e ha sempre lavorato per rafforzare la credibilità ed il rispetto della UEFA, cercando di porre le basi per un futuro sostenibile del calcio.

Giani Infantino, 45 anni.

Inizialmente sembrava essere il secondo favorito per la corsa alla presidenza FIFA, ma il percorso compiuto fino a questo punto ha confermato la sua posizione di spicco e gli ha permesso di conquistare il supporto degli elettori.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.